A Pentone l’inaugurazione dell’opera scultorea “A mio Padre”

Questa domenica 4 Novembre, a Pentone, in occasione delle celebrazioni in ricordo dei caduti delle 2 Grandi Guerre Mondiali, sarà inaugurata l’opera scultorea, dal titolo: “A mio Padre”, realizzata dal creativo Arcangelo Pugliese allievo dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro.

Il lavoro artistico è stato realizzato in ferro e cemento. Lo stesso, dell’altezza di m. 1,70, sarà donato all’Amministrazione Comunale di questo piccolo centro montano affinché venga collocato in uno spazio pubblico e a memoria di quanti hanno partecipato ai 2 grandi conflitti. A memoria di tutti quelli che sono caduti sui campi di battaglia e, di quanti, pur avendovi partecipato attivamente, ora non ci sono più.

E’ bene ricordare che tantissimi giovani e padri di famiglia, chiuse le vicende belliche, pur avendo avuto la fortuna di tornare a casa sani e salvi, o come invalidi di guerra, poi, durante la loro vita, hanno continuato a vivere i tormenti dell’esperienza dolorosa della guerra. Molti di questi, chi morto da molto tempo, chi nel recente passato, chi ancora vivo, sono stati e restano la testimonianza certa dell’attaccamento, anche da parte di numerosi cittadini di Pentone, verso i valori alti della libertà e della Patria.

Per l’occasione, oltre all’autore dell’opera scultorea, saranno presente alla cerimonia d’inaugurazione il sindaco di Pentone dott. Michele Merante; il vice sindaco Avv. Giuditta Mattace; la Giunta ed i consiglieri comunali. Le associazioni di volontariato del territorio; quelle dei reduci e combattenti. Il Parroco di Pentone don. Gaetano Rocca. Nonchè il titolare della cattedra di scultura dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, Prof. Giovanni Polimeni, assieme al Direttore della stessa struttura formativa, Prof. Vittorio Politano.
In caso di pioggia il tutto si terrà presso la Chiesa Madre di Pentone in concomitanza alla SS. Messa dedicata ai Caduti con inizio ore 10, 00. La cittadinanza tutta è invitata a partecipare.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.