Aggredisce arbitro donna durante partita, quasi due anni di squalifica a giocatore del Soverato Davoli

Vittoria a tavolino alla Terina e contestuale lunga squalifica al calciatore “protagonista” dell’aggressione al direttore di gara, Ilaria Leotta della Sezione Aia di Rossano. Questa, in estrema sintesi, la decisione del Giudice Sportivo in merito ai fatti che domenica scorsa hanno portato alla sospensione, sul risultato di 0-1, del match tra Terina e Soverato Davoli, valevole per il Girone C di Prima Categoria. 

“Il Giudice Sportivo Territoriale – si legge integralmente nel Comunicato pubblicato ieri pomeriggio dal Comitato Regionale Calabria della Lega Nazionale Dilettanti – letti gli atti ufficiali di gara dai quali risulta: che al 24º minuto del primo tempo il calciatore della società SC Soverato Davoli Seck Serigne Maka rivolgeva all’indirizzo dell’arbitro frasi offensive e che, pertanto, veniva espulso dal campo, che, per tale motivo, lo stesso calciatore avvicinandosi con fare minaccioso all’arbitro gli sferrava uno schiaffo violento rivolto al viso che tuttavia l’arbitro evitava proteggendosi con il braccio; che successivamente Seck Serigne Maka veniva trattenuto dai propri compagni e dai giocatori avversari per evitare che reiterasse tale condotta violenta; che a causa del colpo subito l’arbitro avvertiva forte dolore e non essendo più nelle condizioni psicofisiche per proseguire la gara, la sospendeva in via definitiva; che, successivamente, a causa del perdurare del dolore si recava presso il Nosocomio Ospedaliero di Corigliano Calabro dove le veniva diagnosticata una algia al braccio destro con prognosi di giorni uno s.c.; ritenuto, pertanto, che la gara non ha avuto regolare svolgimento ed è stata sospesa a causa della condotta violenta del calciatore della società SC Soverato Davoli Seck Serigne Maka mantenuto nei confronti dell’arbitro e della responsabilità oggettiva della sua società di appartenenza; visti gli artt. 17 e 18 del C.G.S.

delibera

1) Infliggere alla società SC SOVERATO DAVOLI la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0- 3;

2) Squalificare il calciatore SECK Serigne Maka della società SC SOVERATO DAVOLI fino al 31.12.2018 (il suddetto provvedimento è da considerarsi in applicazione dell’art. 16 comma 4 bis del C. G. S., vista la condotta violenta nei confronti dell’ufficiale di gara ed al fine delle misure amministrative a carico della propria società per prevenire e contrastare tali episodi, giusto C.U. numero 104/A della FIGC)”.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati