Appello del filosofo Salvatore Mongiardo di Soverato per abolire le armi

Caro Tito, pure a seguito di recenti episodi tragici e clamorosi, è in atto nei multimedia un dibattito concitato ma serio e drammatico sulla legittima difesa … se sia lecito o no sparare ai ladri o ad altri delinquenti che irrompono nelle nostre case, nelle nostre proprietà. Però. ogni volta che in Italia riemerge tale dibattito, sorge il sospetto che siano proprio le cosiddette “lobby” delle armi a rinfocolare le polemiche, nel tentativo di fare adottare ad un intero popolo (come quello italiano abbastanza disarmato e pacifista) leggi da far-west sul modello degli Stati Uniti d’America, dove (è risaputo) muoiono (spesso ingiustamente) più persone uccise da armi convenzionali o di difesa personale su suolo americano piuttosto che nelle guerre combattute all’estero dagli stessi USA.

 Donald TrumpEd è notizia assai recente che il neo-presidente degli USA, Donald Trump, abbia dichiarato che intende aumentare e di molto le spese per gli armamenti militari, costringendo (di conseguenza) altre potenze (come Cina e Russia) a dichiarare di essere costrette a fare altrettanto, provocando così una spirale di paure e di rischi che non sappiamo a quali tragedie possano portare il mondo. Mondo che ha già adesso innumerevoli guerre che provocano tali e tanti massacri e genocidi quali non si vedevano dalla consumazione della fin troppo devastante seconda guerra mondiale (1939-1945).

L’Università delle Generazioni, condividendo le riflessioni e le proposte dal filosofo di Soverato di Calabria Salvatore Mongiardo, riporta qui di sèguito il suo documento “promulgato” mercoledì mattina 15 marzo 2017 pure come Scolarca della Nuova Scuola Pitagorica di Crotone. Eccone il testo.

Grazie per l’attenzione e tanta cordialità e pace vera (non soltanto come assenza di armi).

 Domenico Lanciano Mare di Vasto, mercoledì 15 marzo 2017 ore 15,51

 ————

APPELLO DEL FILOSOFO SALVATORE MONGIARDO GIORNATA MONDIALE PER LA DISTRUZIONE DELLE ARMI

Indetta dalla Nuova Scuola Pitagorica – 2017

 salvatore mongiardo foto 2015Care Amiche e cari Amici, di fronte al dilagare della violenza ci sembra urgente iniziare una campagna per la distruzione di tutti gli armamenti, atomici e convenzionali, lo svuotamento e lo smantellamento degli arsenali militari e lo stop alla fabbricazione e vendita di armi.

Contiamo in una mobilitazione delle persone, famiglie, associazioni, parlamenti, istituzioni internazionali e religiose per tenere, in data che sarà annunciata, la prima

Giornata Mondiale per la distruzione delle armi.

Tutti siamo coscienti che il mondo sta prendendo una brutta piega e quello che oggi vediamo succedere a Mosul e Aleppo, domani potrebbe toccare a noi. I grandi filosofi e fondatori di religioni hanno parlato di pace, ma alla fine in tutti i secoli hanno vinto le armi: non ci resta che eliminarle, non facciamoci illusioni! I maschi hanno sempre fatto le guerre con le armi. Senza armi non potranno più fare guerre.

Abbiamo proposto all’UNESCO il riconoscimento di questa Giornata Mondiale, che per la prima volta celebreremo a Crotone nell’estate 2017 nella data e nei modi che indicheremo più avanti.

desarmamento - pistola intrecciataIn quella giornata distruggeremo delle armi, che saranno anche finte o di plastica per ovvi motivi, rompendole con le mazze su un’incudine, simbolo della possibilità di forgiare un mondo totalmente diverso.

Invitiamo fin da ora Soci e Amici della Nuova Scuola Pitagorica a prepararsi, mentalmente e in concreto, a celebrare un simile evento anche nei posti dove vivono. Le donne dovrebbero essere le prime a guidare questo evento.

Solo così si avvererà il sogno di una vita in pace, prospera e felice, perché le enormi cifre di denaro, ora spese per gli armamenti, saranno date alle persone e alla società civile. La prosperità è un diritto umano che si può realizzare solo eliminando le armi.

Evoè. Salvatore Mongiardo – Soverato (CZ) 15 marzo 2017 (http://www.costajonicaweb.it)