Arenaria, il primo Festival di musica rurale calabrese del Marchesato

foto-1I tanti aspetti del folklore e le innumerevoli tradizioni fra le popolazioni della Calabria testimoniano un grande passato. Queste antiche origini, oggi, sono spesso rappresentate da manifestazioni popolari di massa forzatamente massmedializzati per rispondere alla richiesta di un mercato fintamente culturale che va consumato nel giro di poche ore. D’altro canto, invece persistono sul territorio sincere espressioni della più antica tradizione che si è tramandata oralmente da padre in figlio. Molto del materiale musicale proveniente dal mondo agro pastorale ci viene offerto proprio da anziani suonatori provenienti da diversi luoghi della Calabria che incontreremo in un festival a Le Castella (Kr) nelle giornate del 16 il 17 e il 18 settembre. Si tratta dell’Arenaria Festival, il primo Festival di musica rurale calabrese del Marchesato.
Pierluigi Virelli, ideatore della manifestazione, afferma che “La musica di matrice orale calabrese è un patrimonio collettivo in via di estinzione. E’ necessario, quindi, essere consapevoli che le attività di promozione e divulgazione servono a mostrare alla comunità locale l’originaria espressione musicale e coreutica che gli appartiene. Per questo motivo diventa prioritario non attribuirle alcuna forma di spettacolarizzazione, preferendo invece la diretta e autentica testimonianza dei suonatori tradizionali.”
Il folk tiene banco nelle calde serate estive, fa ballare giovanissimi e qualche anziano non riesce a capire perchè le femmine ballano come i maschi e perchè le chitarre fanno quei suoni strani. La contaminazione fa perdere di vista la genesi della musica dei nostri nonni e insieme ad esso si perde nell’oblio un grande pezzo della tradizione vocale agro pastorale. Le novità di Arenaria Festival, saranno proprio i suonatori che da generazione in generazione tramandano musiche e parole. Saranno accompagnati dai loro “allievi” e insieme ai giovani fanno rivivere la “Festa tradizionale” secondo le forme e i riti dell’antico.
Arenaria Festival è anche il mito dei Giganti. La storia di Mata e Grifone, bella regina rapita dal re venuto da lontano che al ritmo martellante dei tamburi lungo le strade richiamano la popolazione verso il luogo del ballo. Sarà anche contatto con gli strumenti in laboratori dove si toccheranno e dove si annuserà l’odore della capra che canta, dell’organetto, della chitarra battente, la lira e il tamburello. Laboratori nei quali gli allievi apprenderanno i codici coreutici della “tarantella” del Marchesato. Arenaria Festival lascerà una traccia nella formazione musicale degli allievi dei laboratori ma la lascerà anche sui muri de Le Castella con i murales in cui la musica diventerà dipinto indelebile per segnare e per essere ricordata.

ARENARIA FESTIVAL
Granelli di tradizioni locali Programma 16 – 17 – 18 Settembre
Le Castella (Kr)

LABORATORIO DI STRUMENTI MUSICALI 16 – 17 Settembre Ore 18:30 18 Settembre Ore 12:00 / Ore 17:30
Salvatore Megna: Chitarra battente 4 corde e scordino Danilo Gatto: Organetto a 4 bassi Antonio Critelli: Zampogna e Lira Pierluigi Virelli: Tamburello
Per iscriversi inviare una e-mail a infoinnesti@gmail.com specificando l’interesse. Necessario essere in possesso del proprio strumento. Costi: un giorno €10; due giorni €15; tre giorni €20.

LABORATORIO DI BALLO Ore 18:30 16 – 17 Settembre Davide Ancora: Tarantella del Marchesato
Per iscriversi inviare una e-mail a infoinnesti@gmail.com Costi: un giorno €10; due giorni €15.
ARTI VISIVE: Durante il festival Fabio De Marco dipingerà, sui muri della via principale, scene di musica tradizionale calabrese.

VENERDI 16 SETTEMBRE 2016

Apertura Arenaria Festival 2016 Ore16:30 | Partenza Castello Aragonese Suonata per le vie del paese
Ore 17:15 | Pierluigi Virelli – Ass. INNESTI Saluto di benvenuto
Ore 17:30 | Salvatore Megna “Il canto e la chitarra battente nel Marchesato”
Ore 19:00 | A.Perri, S.Lavigna Suonatori tradizionali per le vie del paese
Ore 22:00 | S. Megna, D. Gatto, A. Critelli, P. Virelli Concerto musica rurale calabrese

SABATO 17 SETTEMBRE 2016

Ore16:30 | Partenza hotel “La Calabrese” M° Luzza Antonino – Grande spettacolo itinerante tamburistico con “I giganti”
Ore 17:30 | Davide Ancora “Il mondo coreutico nel Marchesato”
Ore 19:00 | M° Luzza Antonino Grande spettacolo itinerante tamburistico con “I giganti”
Ore 20:30 | Gastronomia Degustazione di un piatto tipico gentilmente offerto dai ristoratori e premiazione della ricetta più gustosa
Ore 22:00 | All’abballu Festa con suonatori tradizionali dalla Calabria

DOMENICA 18 SETTEMBRE 2016

Ore 10:00 | A.Perri, S.Lavigna Suonatori tradizionali per le vie del paese
Ore 11:00 | Antonio Critelli “Gli strumenti musicali tradizionali in Calabria”
Ore 16:00 | A.Perri, S.Lavigna Suonatori tradizionali per le vie del paese
Ore16:30 | Danilo Gatto Presentazione del libro “Basta tarantelle” introduce: Pierluigi Virelli – Ass. INNESTI
Ore 19:15 | Gastronomia Degustazione di prodotti tipici locali gentilmente offerti
Ore 19:30 | Estrazione riffa In palio un tamburello
Ore 20:00 | All’abballu Concerto finale con suonatori tradizionali dalla Calabria

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati