Bimbo di 2 mesi abbandonato in un cimitero: «Ha rischiato di essere sbranato dai cani randagi»

É stato abbandonato in un cimitero, dove sarebbe morto se non lo avesse notato un passante. Un bimbo di 2 mesi è stato salvato da morte certa da alcuni residenti della zona che hanno iniziato a sentire degli strani rumori provenire dal cimitero, avvicinandosi all’area hanno capito che si trattava di un pianto e hanno così scoperto il piccolo solo tra le lapidi.

Il piccolo è stato trovato lo scorso 28 maggio a Quezon, nelle Filippine, ma in questi gironi si è diffusa la notizia. Il bambino è stato subito trasportato in ospedale dove i medici si sono presi cura di lui e gli hanno dato anche un nome, Louis. Pare che il bimbo sia rimasto solo per diverse ore nel cimitero, ma nessuno ha saputo dire chi potrebbe avercelo messo: «Hanno detto che il bimbo è stato lasciato lì durante la notte e che sarebbe potuto essere molto peggio, se nessuno lo avesse sentito piangere la mattina», ha spiegato un residente.

Nella zona, come riporta anche il Daily Mail, ci sono molti cani randagi e il piccolo ha rischiato di essere aggredito e magari ucciso da uno di loro. Nonostante le disavventure ora sta bene, ma le autorità stanno indagando per capire chi sia il responsabile del terribile abbandono.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati