Catanzaro – Health & fitness, all’Auditorium Casalinuovo in passerella la perfezione fisica

Un trofeo qualificante per Mr e Miss Italia ICS 2018. E’ il quinto TROFEO HEALTH & FITNESS/CHRISTMAS SHOW, che, nella cornice dell’Auditorium Casalinuovo di Catanzaro, in prossimità delle festività natalizie, si è svolto sabato, 2 dicembre, grazie alla ICS Italia (In Corpore Sano). Un ente costituito a settembre per l’organizzazione di manifestazioni di bodybuilding, associata a livello internazionale con la NAC International, organismo cui appartengono quarantadue Nazioni, che il 25 novembre scorso ha organizzato Mr e Miss Universo ad Amburgo, dove la ICS ha partecipato con ben ventitré atleti, alcuni dei quali sono giunti in finale.

Fra questi, un’italiana si è aggiudicata il primo posto nella categoria femminile Body, e a portare in alto la Calabria è stato Salvatore Castelli, che si è piazzato quinto nella categoria Piccole Taglie di Bodybuilding. Il TROFEO HEALTH & FITNESS è stato organizzato, con il patrocinio del Comune di Catanzaro, che si ringrazia, in collaborazione con Salvo Castelli, presidente della “Health & Fitness”, e con il supporto della +Watt, l’azienda leader di integratori alimentari per lo sport. Un trofeo che chiude le gare del 2017, aperto in particolare agli esordienti, che hanno avuto modo di sfoggiare in passerella i loro fisici scultorei ottenuti con tanto sacrificio e determinazione. Durante la manifestazione è stato dato spazio anche ad alcuni atleti partecipanti a Mr e Miss Universo, ai quali è andato un riconoscimento per il livello raggiunto. Presenti all’evento sono stati Angelo Giustiniani, presidente ICS Italia, il consigliere Pino Palumbo e i vicepresidenti Roberto Pepe e Sergio Servidone.

Voglia di mettersi in mostra e di confrontarsi sono stati gli ingredienti della manifestazione che ha intrattenuto un ampio pubblico composto da addetti ai lavori e appassionati di fitness e bodybuilding. A giudicare gli atleti è stata una giuria di massima competenza nel campo: capo giuria Angelo Giustiniani (Sicilia), Annarita Statti di Catanzaro, Raffaele Incardona (Sicilia), Pino Palumbo (Toscana), Luigi Cortis (Toscana), Domenico Vitetta (Calabria) e Umberto Montalto (Calabria). A presentare i partecipanti è stato Roberto Pepe.

Il Trofeo è stato un inno al culto della bellezza e della perfezione fisica e ha rappresentato un piccolo passo verso quella che è la filosofia dei fondatori dell’ICS Nazionale. “Stiamo cercando di riportare in gara il vecchio bodybuilding – ha dichiarato il presidente Giustiniani. Il nostro scopo è quello di ridurre le tante categorie ad personam che le diverse federazioni hanno creato nel tempo per portare soldi nelle loro casse, facendo perdere il vero valore del bodybuilding. Noi intendiamo invece rinvestire sugli atleti. Ad oggi, da settembre, abbiamo avuto un riscontro di circa centocinquanta atleti, e siamo già molto soddisfatti dei risultati. Gli atleti ci stanno dando ragione condividendo la nostra teoria. Si partirà da gennaio con diciotto categorie nazionali e ci auguriamo che la gente creda in noi”.