Che fine ha fatto mio figlio? L’appello della madre: “chiedo solo di riaverlo”

E’ trascorso più di un mese dalla sera del 9 ottobre, ma a casa Francesco Vangeli, non è più tornato. La mamma Elsa, il papà Valerio e i familiari continuano a vivere l’incubo di non sapere che fine ha fatto Francesco, quel ragazzo gentile e adorabile. Una vicenda ancora senza risposte e sono in tanti a volere risposte sulla sua scomparsa. Le domande sono tante: Qualcuno l’ha fatto sparire? Che fine ha fatto? E intanto proseguono le indagini dei carabinieri in tutto il territorio ricompreso fra Filandari e le sue frazioni e campagne, da Jonadi a Mileto, San Costantino Calabro, Francica, San Calogero e Rombiolo.

Le indagini sono indirizzate ad un possibile caso di “lupara bianca” sul quale, oltre alla Procura di Vibo, è stata interessata anche la Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro. Tra le piste degli inquirenti ci sarebbe anche quella della gelosia di un giovane, che sarebbe legato agli ambienti della criminalità organizzata di Mileto, per via di una relazione intrattenuta da Francesco con una ragazza. Sarebbero anche saltate fuori auto rubate a Pizzo, Amantea e Paola e saltano fuori anche armi e munizioni. E mentre si attende di ritrovare Francesco, la comunità resta in silenzio, attonita, spaesata.

L’ultimo contatto dei familiari con Francesco è stato quello in cui il giovane, avvisò la madre di avere una cena con alcuni amici, ancora non identificati. Poi la sua auto, la Ford Fiesta, che venne trovata bruciata nel territorio comunale di Dinami, nei pressi dello svincolo autostradale di Mileto.

Intanto sono diverse le iniziative per tenere alta l’attenzione sulla scomparsa del giovane come quella, domenica scorsa allo stadio di Filandari. La locale squadra di calcio che milita nel campionato di Terza Categoria, in occasione della gara contro il Gerocarne, allo stadio “D.Tavella” ha visto entrare i calciatori in campo con indosso una maglietta raffigurante il volto di Francesco Vangeli. Palloncini blu a forma di cuore si sono poi levati verso il cielo sotto gli occhi di decine di spettatori tra cui i genitori e i familiari di Francesco.

La mamma Elsa aveva lanciato un accorato appello: «Non intendo accusare nessuno o parlare delle vicende sentimentali di mio figlio. Chiedo solo di riaverlo, di sapere dove sia. Se qualcuno sa qualcosa, ci faccia avere notizie. Vi prego…». Rivolgendosi alle istituzioni ha poi chiesto «Riportatelo da me, fatemi sapere che fine ha fatto il mio Francesco…».

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati