Chiaravalle Centrale, il sindaco: c’è il massimo impegno della Regione per la Casa della Salute

Dopo la stipula della nuova convenzione una intensa giornata di colloqui istituzionali con Mirabello, Esposito, Pacenza e Oliverio

“C’è il massimo impegno da parte della Regione Calabria per portare a compimento il progetto della Casa della Salute”. Lo ha dichiarato il sindaco di Chiaravalle Centrale, Domenico Donato, dopo una lunga serie di colloqui intercorsi per tutta la giornata odierna con il presidente e il vicepresidente della Terza Commissione consiliare regionale “Sanità”, Michele Mirabello e Baldo Esposito. “Entrambi – ha riferito Donato – hanno espresso vivo apprezzamento per la stipula della nuova convenzione tra la Regione e l’Asp di Catanzaro che consentirà l’avvio, in tempi brevi, dei lavori di realizzazione della struttura”. “Piena sintonia” anche con Franco Pacenza, delegato del Governatore Oliverio in materia di Sanità.

Lo stesso presidente della giunta regionale ha ribadito pubblicamente “l’intenzione di procedere speditamente, per garantire al comprensorio di Chiaravalle prestazioni assistenziali più moderne e di qualità”. Dal canto suo, il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, Giuseppe Perri, ha confermato al sindaco Donato “la volontà di recuperare il tempo perduto, reputando la Casa della Salute un obiettivo prioritario strategico”. Intanto, per tutta la giornata di oggi, Mimmo Donato ha continuato a ricevere continui attestati di stima e affetto, dopo le lunghe notti trascorse occupando pacificamente l’androne dell’ex ospedale “San Biagio” per protestare contro l’immobilismo della burocrazia regionale che blocca da oltre cinque anni la realizzazione della Casa della Salute. Particolarmente gradita la telefonata di solidarietà da parte del segretario dell’arcivescovo di Catanzaro, don Francesco Candia.