Chiaravalle Centrale, successo per la Festa dei Chiaravallesi nel mondo

L’abbraccio con gli emigrati in Svizzera, Liechtenstein, Canada, Germania e Francia

Emozioni, ricordi, orgoglio, identità. La “Festa dei Chiaravallesi nel mondo” ha colto nel segno regalando momenti di notevole spessore umano e culturale. Fortemente voluta dal consigliere comunale con delega al Turismo, Gianfranco Corrado, l’iniziativa si è svolta in due momenti: la parte più ludica e aggregativa ha avuto come scenario il piazzale del Liceo Scientifico, mentre l’incontro istituzionale è stato ospitato all’interno del suggestivo teatro Impero. I Chiaravallesi nel mondo sono arrivati, per l’occasione, dalla Svizzera, dal Liechtenstein, dal Canada, dalla Germania e dalla Francia, rappresentati, al tavolo dei relatori, da Pino Gullì, Pietro Magisano, Francesco Tino e Vincenzo Manno.

Nella sua introduzione, il presidente della Consulta comunale della Cultura, Francesco Pungitore, ha auspicato e proposto la creazione di concreti progetti di gemellaggio e interscambio tra la città d’origine e le comunità chiaravallesi all’estero. Ha poi preso la parola l’avvocato Gennaro Maria Amoruso, presidente dell’Associazione internazionale Calabresi nel mondo, che ha ricordato i grandi numeri dell’emigrazione dalla nostra regione negli ultimi 150 anni. “Esistono altre tre Calabrie nel mondo” ha sottolineato, indicando in almeno sei milioni il numero dei calabresi oggi residenti all’estero.

Emozionato e commosso il consigliere comunale Gianfranco Corrado nel ritrovare tanti amici d’infanzia, mentre Giulio Cirillo, presidente dell’associazione Agorà, ha invitato tutti a partecipare alle tante iniziative in calendario per ravvivare la stagione estiva chiaravallese. Al termine della manifestazione, il vicesindaco Pina Rizzo, l’assessore Liberata Donato e il consigliere comunale Bruno Santoro hanno consegnato una serie di targhe e riconoscimenti, con l’impegno unanime e condiviso per far sì che questa prima festa sia stata solo l’inizio di un progetto culturale di più ampio respiro e prospettiva.