Circa un kg di droga e 13900 euro in contanti, arrestati due fratelli di Soverato

Nella mattinata odierna, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope predisposto dalla Compagnia di Soverato, i carabinieri della Stazione di Davoli, unitamente a personale del Nucleo Cinofili di Vibo Valentia, hanno tratto in arresto i fratelli Mauro e Giuseppe Merenda, nell’ordine, di 28 e 34 anni, ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, la perquisizione effettuata presso l’abitazione del Mauro Merenda ha consentito di rinvenire 63 grammi di marijuana all’interno di un barattolo in vetro, di cui lo stesso ha tentato invano di disfarsi buttandolo nel water, e due buste in cellophane contenenti ulteriori 810 grammi, occultate in uno zainetto posto su uno scaffale del garage, consegnate spontaneamente dall’interessato, e un bilancino di precisione.

Le attività di ricerca espletate presso l’appartamento del citato fratello, invece, hanno portato al rinvenimento di un ulteriore barattolo contenente 38 grammi della medesima sostanza e 13900 € in banconote di vario taglio. Il suddetto materiale è stato immediatamente sottoposto a sequestro e custodito presso gli uffici del Reparto operante, per le successive analisi di rito. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati ristretti in regime di arresti domiciliari presso le rispettive abitazione, in attesa dell’udienza di convalida.