Delegazione calabrese all’incontro del Movimento Cristiano Lavoratori

Non è mancata la voce e la presenza della delegazione calabrese all’importante appuntamento fissato dal Movimento Cristiano Lavoratori, promotore nella sua sede di Messina di una riunione interregionale, che ha visto coinvolte Sicilia e Calabria.

La delegazione calabrese composta da Mcl Cz-Kr e Cs, oltre alle istanze e proposte lanciate dalla compagine di Reggio Calabria, si è fatta trovare pronta all’appuntamento, manifestando l’intenzione di avviare un percorso sempre più sinergico e vivo con la volitiva rappresentanza del movimento, presente in terra siciliana.

In occasione della stessa riunione, non ha fatto mancare la proposizione di buone pratiche ed il lancio di futuri progetti, economicamente sostenibili, alcuni dei quali inseribili nella campagna avviata dalla CEI, intenta a costruire percorsi di autoimprenditorialità e imprenditorialità.

Si è parlato di urban hub, co-working, con la  condivisione di spazi e strumenti di lavoro, al fine di ridurre i costi dello stesso, per i  professionisti che oggi più che  mai sono  interessati da una  profonda crisi economica e costretti talvolta, a sforzi finanziari necessari per lavorare ,ma  insostenibili.

L’ idea nata nel corso dei lavori, è quella di far sorgere sportelli informativi per  sensibilizzare ed incentivare al “ turismo religioso”, facendo conoscere e visitare il vasto ed interessante patrimonio storico-culturale ed artistico appartenente alla Chiesa della nostra terra.

E’ stata oggetto di valutazioni altresì,  la buona pratica riguardante la possibità di far nascere sportelli di consulenza legale, in virtù soprattutto  della folta presenza di figure professionali del settore giuridico all’interno dello stesso movimento e considerate anche  le molteplici iniziative, che hanno visto questo protagonista, affrontando il delicato tema della lotta ai reati di stalking e femminicidio, oltre che quello delicatissimo della confisca dei beni alle mafie ed il loro riutilizzo, avvenuto peraltro con la proficua collaborazione di numerose altre associazioni, da sempre attive su questo fronte.

Condivisa pienamente, in ultimo, l’idea di siglare dei protocolli d’intesa con enti locali , affinchè il movimento possa anche fornire il proprio fattivo contributo all’interno delle amministrazioni, in termini di proposte e suggerimenti.

Un modo, in concreto, per costruire un pacchetto di potenziali buone pratiche, da far conoscere e valutare, nel corso della settimana della dottrina sociale della Chiesa cattolica e per di più, in occasione, del rituale ritrovo di tutto il Movimento Cristiano Lavoratori, a Senigallia, previsto nella prima settimana del mese di Settembre prossimo.