Errori nei conteggi elettorali in Calabria: “La Lega favorita ingiustamente”

Errori e conteggi falsati in Calabria durante lo spoglio elettorale dello scorso 4 marzo. E’ quanto denuncia Silvia Caligiuri, candidata non eletta al Senato per Forza Italia, che ha fatto ricorso perché, secondo lei, ci sarebbero errori nelle trascrizioni delle liste.

Nel seggio dove è stato eletto Matteo Salvini sono state riscontrate anomalie nei numeri: pare che i voti di Forza Italia siano andati a Fratelli d’Italia o alla Lega, come ha raccontato a Striscia la Notizia Silvia Caligiuri. L’inviato Pinuccio è tornato in Calabria per visionare altri verbali dai quali emerge che i voti di Forza Italia sarebbero stati attribuiti a FI o alla Lega.

“Per il Senato – racconta l’inviato del tg satirico – a Caulonia (Rc), la Lega ha preso 21 voti, Fratelli d’Italia 15, Forza Italia 107 e Noi con l’Italia 2. Il totale della coalizione è di 145 voti, che nella trascrizione in Corte d’Appello sono stati attribuiti tutti alla Lega. E agli altri nessuno”. Pinuccio sottolinea poi che “abbiamo potuto verificare qualche decina di registri ma, siccome la corte d’appello di Catanzaro trascrive i registri di tutta la Calabria, può essere che gli errori ci siano stati anche in altre zone. Facendo bene i calcoli, probabilmente Salvini non sarebbe stato eletto senatore in Calabria”. (TgCom)

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati