Giornate reumatologiche della Calabria centrale

Su iniziativa dell’Associazione calabrese per la Ricerca in Reumatologia

Le malattie reumatiche colpiscono oltre 5 milioni di italiani ed il numero di casi è progressivamente crescente. Le “Giornate reumatologiche della Calabria centrale” nascono come un ciclo di eventi a cadenza annuale finalizzati ad affrontare in maniera multidisciplinare argomenti emergenti della gestione del paziente reumatico che travalicano il controllo dell’attività di malattia per sconfinare nella comorbidità, nella safety e nella gestione della complessità. Ecco perché fare il punto sulle attuali ricerche scientifiche e sulle terapie in uso è di estrema importanza per evitare serie complicanze.

Tutto ciò sarà oggetto di discussione nel 1° simposio scientifico, promosso dall’Associazione calabrese per la Ricerca in Reumatologia, presieduta dal dott. Francesco Ursini, (unico reumatologo calabrese ad aver conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale alle funzioni di Professore Associato in Reumatologia), che si terrà a Catanzaro Lido (Hotel Perla del Porto), il 25 e il 26 gennaio prossimi.

Nel corso del simposio, diversi professionisti affronteranno, ciascuno secondo le specifiche competenze mediche, alcuni topic chiave come il ruolo delle vaccinazioni, gli aspetti cardiopolmonari, la medicina di genere, l’utilizzo dei nuovi farmaci e la gestione delle complicanze nei pazienti che presentano malattie reumatiche croniche.

L’iscrizione è gratuita ed è indirizzata a medici, farmacisti, ma anche ad infermieri, podologi, tecnici di radiologia medica, fisioterapisti, assistenti sanitari e tecnici ortopedici. Sono previsti 7 crediti Ecm. Per informazioni o iscrizioni è possibile scrivere a info@morenarombola.it, oppure telefonare al n. 392.2234478.

Il simposio si aprirà venerdì 25 gennaio, alle ore 14,00 con la relazione introduttiva del responsabile scientifico, dottor Giuseppe Muccari. Seguiranno i saluti istituzionali del presidente dell’Ordine dei Medici di Catanzaro, dottor Vincenzo Ciconte, del delegato regionale della SIR (Società Italiana di reumatologia), dottor Francesco Ursini, nonché dei dottori Enrico Ciliberto e Antonino Maglia (presidenti OMCEO di Crotone e Vibo Valentia) e del dott. Giuseppe Varrina, segretario FIMMG Calabria.

La 1ª sessione, moderata da Giuseppe Muccari e Francesco Ursini, si aprirà alle ore 14,30, con la lettura introduttiva “In salute e in malattia: il microbiota nelle malattie autoimmuni” del Prof. Roberto De Giorgio, Ordinario di Medicina Interna all’Università di Ferrara. Seguiranno gli interventi del dott. Marco Vatrano (Diagnosi e terapia dell’ipertensione polmonare nelle malattie autoimmuni) e del dott. Domenico Olivo (La vaccinazione del malato reumatico: stato dell’arte e prospettive).

La 2 ª sessione, moderata dalle dottoresse Maria Cirillo e Antonietta Accoti, si aprirà con l’intervento di Caterina Ermio sul tema “La medicina di genere: definizione e aspetti normativi”. Seguiranno gli interventi di Giuseppa Pagano Mariano (La medicina di genere in reumatologia), Roberta Pellegrini (Utilizzo dei farmaci biologici in gravidanza) e Laura Andreoli (Problematiche ginecologiche ed ostetrice in reumatologia). La prima giornata si concluderà con l’intervento del prof. Francesco Mattace Raso sul tema “Infiammazione e disfunzione vascolare”.

La 1ª sessione di sabato 26 sarà moderata dai dottori Maurizio Caminiti e Pietro Gigliotti. Gli interventi si apriranno alle ore 9,30 con la relazione di Piero Ruscitti sul tema “Medicina personalizzata nell’artrite reumatoide”. Dopo Ruscitti relazioneranno: il dottor Francesco Ursini che si soffermerà sui nuovi farmaci nell’artrite reumatoide, il dottor Salvatore D’Angelo che tratterà i “Nuovi farmaci nelle spondiloartriti e nell’artrite psioriasica” e il dottor Giulio Favalli che si soffermerà sul ruolo della PDE4 nei pazienti con PsA.

Dopo una approfondita discussione i lavori riprenderanno alle ore 11,30 con la 2 ª sessione, moderata dai dottori Giuseppe Varcasia e Massimo L’Andolina. Ad aprire tale sessione sarà la dottoressa Rosella Cimino (Inquadramento e trattamento delle ulcere sclerodermiche). Dopo Cimino interverrà il dott. Bruno Iannò che parlerà del trattamento medico-chirurgico dell’algodistrofia.

Le “Giornate reumatologiche  della Calabria centrale” si concluderanno con la lettura “Intestitial Pneumonitis With Autoimmune Features (IPAF)” del Prof. Clodoveo Ferri, reumatologo di fama internazionale di origine calabrese.

Due giorni, quindi, di approfondite discussioni scientifiche, messi in campo dall’Associazione Calabrese per la Ricerca in Reumatologia, con il contributo dei più noti reumatologi della regione, ma non solo.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.