Girifalco – Secondo appuntamento della rassegna culturale “Letture di Primavera”

“Il mondo dei libri è un mondo di diversità”, dice Armando Vitale presidente dell’associazione Gutenberg Calabria ospite del secondo appuntamento della rassegna culturale “Letture di Primavera” organizzata dal Comune di Girifalco, su input dell’assessore alla Cultura, Elisabetta Sestito. L’iniziativa denominata “Galleria d’Autore” ed allietata  dalla voce della professoressa Anna Virginia Nuzzo (Associazione Mozart) con la collaborazione della FV Eventi di Filippo Vonella, ha visto coinvolti 11 scrittori, presenti 9: Jesa Aroma, “Liberaci dal male” – Falco Editore; Elia Banelli, “L’uomo dei Tulipani” – Alter Ego; Antonio Chieffallo, Non vergognatevi di me – Pellegrini; Michele Drosi, “Carmelo Pujia, la Calabria e la Democrazia Cristiana” edito da Rubbettino; Barbara Froio, “Maramenti” – (Froio); Giuseppe Gervasi, “Un nuovo suono” – Laruffa Editore; Carlo Magno, “Dalle tenebre ai bagliori di luce” – Editrice Monte Covello; Saverio Giuseppe Petitto, “Di José e della foglia che lo incontrò” – Robin e Daniela Rabia, “Le Voci dell’Eco” – Edito Carratelli.

Hanno aderito all’iniziativa, seppur non presenti alla serata,    Giuseppina Cristofaro, “Epilessia e criminalità in Calabria. Misdea e Musolino” – Ursini Editore  e  Felice Foresta, “Il faggio che sposò la luna” – Tralerighelibri editore. La serata, svoltasti nella splendida cornice di Palazzo Ciriaco grazie alla disponibilità del dottor Ciriaco, è stata aperta dal sindaco, Pietrantonio Cristofaro che ha voluto ringraziare gli scrittori “perché attraverso la loro presenza riusciamo a diffondere il messaggio che è un pò il senso di questa rassegna: parlare di cultura e fare cultura. Facendo conoscere, al tempo stesso, la nostra Girifalco. Invito, infatti, i tanti scrittori arrivati da fuori Girifalco a tornare, ancora una volta, nel nostro paese e visitarlo. Regalandosi, perché no, una passeggiata in quei luoghi che un illustre scrittore girifalcese, qual è Domenico Dara, ha portato all’attenzione di tutta Italia”.

Entusiasta per la partecipazione degli scrittori si è detta l’assessore Elisabetta Sestito: “Gli autori di questi importanti libri hanno arricchito, con la loro presenza, il nostro paese. Sono molto orgogliosa  che in tanti  hanno aderito arrivando persino dalla provincia di Reggio Calabria, come il vicesindaco di Riace, tra l’altro delegato alla Cultura. Gli scrittori, a cui va il mio ringraziamento, si sono confrontati con spirito collaborativo percependo il fine dell’iniziativa: diffondere il valore della lettura. Tutto questo fa ben sperare, perché vuol dire che Girifalco è in grado di destare l’attenzione culturale del comprensorio. Ringrazio, dunque, tutti gli uomini e le donne di cultura  che rispondono al richiamo delle nostre  letture e che vogliono attraverso questi incontri aiutarci a crescere e migliorare la società. Perché questo è lo scopo dei nostri incontri:  diffondere messaggi positivi e di esempio per tutti”. Colmi d’apprezzamento sono stati i messaggi lanciati dagli scrittori intervenuti alla serata.

“Sono molto felice di essere qui e vivere con tutti questi scrittori un’esperienza così innovativa ed interessante”, ha detto Jesa Aroma.  “La Calabria che amo è quella di un comune come Girifalco che all’interno di un incantevole palazzo d’epoca, rimesso a nuovo, organizza una serata come questa, piena di gente interessata ad ascoltare dieci scrittori che, in modi e stili diversi, raccontano qualcosa di sé, dei propri romanzi e della propria terra. I libri e la cultura sono la vera arma di riscatto”, ha detto, invece, Elia Banelli.  “Momenti come questi sono importanti perché aiutano ad aprire la testa e far crescere le nostre comunità”, ha proseguito Antonio Chieffallo. “In questa comunità, oltre alla sensibilità per la cultura, c’è una sensibilità ed un attenzione per il bello, per i beni culturali”, ha dichiarato Michele Drosi. Bellissima la testimonianza anche di Barbara Froio che ha ringraziato il Comune per l’iniziativa deliziando il pubblico con una parentesi di   cultura culinaria. “Bellissimo paese, bellissima location, grande accoglienza e cultura calabrese, tanta cultura…”, ha aggiunto Giuseppe Gervasi. “Un grazie al Comune di Girifalco, agli autori, al pubblico   per una rivelatasi serata piacevole e davvero speciale”, ha commentato Saverio Giuseppe Petitto. “Questo incontro è la più bella risposta alle cassandre paesane che sanno solo parlare male”, ha tuonato Carlo Magno. “Girifalco vive un intenso momento culturale. Come direbbe Domenico Dara è al centro del mondo”, conclude Daniela Rabia. Poi, prima di consegnare un attestato di partecipazione agli scrittori, le conclusioni del prof. Armando Vitale: “Questa iniziativa rappresenta un progetto che fa onore all’amministrazione comunale e ad una classe politica che considera la cultura una cosa utile e non una perdita di tempo”.  Letture di Primavera torna, ora, il 3 maggio con “A Schema Libero” di Lou Palanca. 

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati