Il Circolo Territoriale FDI Guardavalle sulla “Circolare Gabrielli”

E’ stretta di vite sulle pubbliche manifestazioni in virtu’ della Circolare emanata dal Capo della Polizia Gabrielli a seguito degli incidenti verificatisi a Torino nel 2017, in occasione della proiezione in Piazza San Carlo della finale di Champions League.
Il testo della c.d. “Circolare Gabrielli” impone lo scrupoloso rispetto di ferree misure poste a salvaguardia dell’incolumità delle persone e di rigorosi parametri di valutazione degli aspetti di vulnerabilita’ e criticita’ degli eventi, rendendone di fatto impeditiva la realizzazione.

Queste rigide regole rappresentano per le amministrazioni locali onerosi problemi organizzativi, dal momento che comportano l’ esposizione a costi di adeguamento esorbitanti e potenziali ricadute negative sulle iniziative programmate, specie nel periodo estivo, per incentivare la promozione turistica dei territori.

Vi e’ un gravissimo errore di impostazione, perche’ si trattano sotto un’unica luce fenomeni quanto mai diversi tra loro; si pensi ai grandi/mega eventi che convogliano migliaia di persone, e le sagre tradizionali o fiere di paese che sono dedicate a ricorrenze storiche e religiose delle nostre comunità o a prodotti tipici dell’enogastronomia locale.

Cosi’ anche Guardavalle annovera molte festivita’ che celebrano la sua tradizione ed affondano le radici nella storia del paese, iniziative di animazione locale che ad oggi si sono trasformate in eventi attrattivi dal punto di vista turistico ed hanno aiutato lo sviluppo del tessuto economico del borgo.

La Direttiva Gabrielli rischia di bloccare la vita sociale e le rievocazioni storiche nei piccoli centri, se non sottoposta ad opportuni interventi correttivi.
Ed ecco che Fratelli D’Italia, sensibile alle tematiche radicate a livello sociale e territoriale, in questi ultimi giorni ha affrontato la questione con una mozione parlamentare affinche’ si permetta in tempi utili a manifestazioni di natura diversa di celebrarsi senza incaglio tra le maglie di una burocrazia sempre piu’ farraginosa. Anche l’ On. Wanda Ferro sul punto ha ribadito come sia necessario preservare l’identità più autentica delle comunità, perche’ lasciare morire le tradizioni significa togliere all’Italia la sua vera ricchezza.

Avv. Caterina Garzaniti: Presidente Circolo Territoriale FDI Guardavalle – Segretario Circolo Territoriale Basso Ionio

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati