Incontro dibattito sull’accordo territoriale e sulla situazione degli affitti per studenti universitari a Catanzaro

La libreria Ubik di Catanzaro Lido ha ospitato l’interessante incontro – dibattito organizzato da Confedilizia Catanzaro sul tema: “Affitti concordati per gli studenti, un passo nella giusta direzione”, al quale sono intervenuti Sandro Scoppa, presidente di Confedilizia Calabria, Antonio Spataro, segretario generale del Sunia Calabria, Nicola Fiorita, consigliere comunale del Gruppo Cambiavento, e Danilo Russo, assessore agli Affari Generali del Comune di Catanzaro.
L’incontro è stato aperto dal medesimo presidente della Confedilizia, il quale ha illustrato le previsioni del nuovo accordo territoriale per i contratti di locazione regolamentati, sottoscritto in sede sindacale e depositato in data 17 ottobre 2017 presso la casa comunale della città capoluogo.

Detto accordo, che riguarda le locazioni per esigenze abitative ordinarie e per esigenze transitorie, nonché gli affitti per studenti universitari, è stato perfezionato per la duplice necessità di unificare in una sola convenzione i due accordi precedenti e contestualmente recepire le disposizioni contenute nel D.M. infrastrutture del 16 gennaio 2017.
Esso ha inoltre considerato le attuali tendenze del mercato immobiliare di Catanzaro, anche desunte dalle indicazioni contenute nella banca dati dell’Osservatorio dell’Agenzia delle Entrate.
Ai contratti concordati di locazione di cui all’accordo territoriale continua a essere applicabile il c.d. regime fiscale della cedolare secca del 10%, per il quale il testo finale della Legge di Bilancio prevede la proroga sino al 2019.

L’incontro è quindi proseguito con gli interventi degli altri relatori i quali, insieme al medesimo presidente della Confedilizia, hanno approfondito il tema in discussione soffermandosi sull’importanza dell’accordo e sulla situazione delle locazioni abitative per studenti universitari a Catanzaro e, in particolar modo, nel quartiere di Catanzaro Lido, ove si è maggiormente concentrata la domanda di posti letto e sulle iniziative che, anche dalla parte pubblica, possono essere sviluppate per affrontare e risolvere le criticità.
Tutti gli intervenuti hanno poi messo in evidenza come l’accordo territoriale per i contratti a canone concordato rappresenti per la città capoluogo solo “un passo nella giusta direzione”, al quale è però necessario far seguire altri e più importanti passi, che vanno dall’alleggerimento della pressione fiscale con la riduzione delle aliquote IMU e TASI al potenziamento dei servizi, soprattutto dei collegamenti da e per l’ateneo “Magna Graecia”, dallo sviluppo di nuove infrastrutture al recupero del centro storico e altri quartieri cittadini, le quali cose consentirebbero di rendere gli stessi più appetibili e favorirebbero nel contempo una crescita qualitativa e virtuosa dell’intero capoluogo di regione.

Un nuovo appuntamento è previsto per il 23 novembre 2017, con inizio alle ore 15, presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro. Al meeting sul tema: “Criticità e prospettive degli affitti concordati per studenti” interverrano Sandro Scoppa, presidente di Confedilizia Calabria, Michele Caruso, rappresentante degli studenti UMG, Raffaele Rotundo, segretario responsabile Sicet Catanzaro, Antonio Spataro, segretario generale Sunia Calabria, e Walter Vesperi dell’UMG Catanzaro.