Infrastrutture in Calabria, Vono: “Ora fatti concreti”. La senatrice M5S ha incontrato il ministro Toninelli

Area catanzarese e vibonese devono essere una priorità, così come il miglioramento della statale 106 ionica. Ed è infondata qualsiasi ipotesi, circolata ieri, di trasferimento altrove della sede Anas di Catanzaro”. A sottolinearlo è Silvia Vono, senatrice del Movimento 5 Stelle, eletta nel collegio uninominale di Catanzaro-Vibo. “Come mi ha assicurato l’ingegner Giuseppe Ferrara, capo compartimento Anas Calabria, la sede catanzarese resta essenziale come area compartimentale della regione – prosegue Vono – e come punto di riferimento per le istituzioni e gli enti presenti nel capoluogo”. 

L’ipotesi di un prossimo trasferimento della sede compartimentale Anas da Catanzaro a Cosenza, nettamente smentita dunque dai vertici dell’ente, era circolata nelle scorse ore anche in ambienti istituzionali. “Sono stata contattata da alcuni sindaci del territorio e cittadini preoccupati – continua Vono – ma mi sento di rassicurarli dopo l’interlocuzione con i responsabili dell’Anas per la Calabria. Detto questo, resta ferma la necessità di un impegno concreto e consapevole da parte di tutti, dagli amministratori locali fino ai parlamentari, ognuno per la propria parte, nel pretendere sia dall’ente che dalla politica fatti concreti e risposte rapide, soprattutto per le opere già cantierate, come ad esempio l’ammodernamento della statale 106 ionica”, conclude Silvia Vono.

La senatrice ieri ha incontrato, insieme alla delegazione dei parlamentari calabresi del Movimento 5 Stelle, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli, al quale ha consegnato un dettagliato dossier in ordine a tutte le priorità delle infrastrutture calabresi, con particolare attenzione alla Trasversale delle Serre e alla statale 106. Opere, queste ultime, sulle quali esiste già una road map di proposte, obiettivi già realizzati e altri in itinere, frutto di un impegno propositivo e attivo portato avanti sul territorio dalla senatrice insieme ai cittadini e agli amministratori interessati.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati