La Calabria premiata nel 2018 con nove Bandiere Blu

Si avvicina l’estate, già si sogna il mare, chi vive in città poi in particolare, pensa a quello Calabrese che ogni anno ospita e accoglie tantissimi turisti. E si, perché il mare è il nostro vanto, alla faccia di chi qualche volta se ne dimentica.

Il 2018 per la Calabria, ad ogni modo si sta rivelando un vero e proprio anno d’oro ed il motivo è molto semplice: le spiagge sono state premiate con nove Bandiere Blu.

Per chi non lo sapess, la Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale nato nel 1987, assegnato ogni anno in 49 paesi europei e a volte anche extra-europei; il riconoscimento viene assegnato alle località turistiche e balneari che rispettano tutti i criteri riguardanti la cura del territorio.

Gli studi  sono condotti dalla Giuria nazionale, insieme al contributo  dei Ministri dell’Ambiente e delle Politiche Agricole, il coordinamento degli Assessorati Regionali al Turismo, Capitanerie di Porto-Guardia Costiera, Ispa, Università della Tuscia, Consiglio nazionale Chimici, Anci e sindacati balneari Sib, Fiba e la Fin sezione salvamento.

In Italia, sono 368 le spiagge più belle, molte di più rispetto agli anni precedenti,  nella classifica al primo posto si piazza la Liguria con 27 località, seguono tra le tante: Toscana con 19 località, Campania con 18 Bandiere e le Marche con 16 località, pur perdendo una Bandiera, la Puglia vanta tre nuove località, raggiungendo 14 Bandiere, la Sardegna 13 località, l’Abruzzo arriva a 9 con l’ingresso di un lago ed infine la nostra Calabria.

Se fino all’anno scorso ad aver ottenuto le Bandiere Blu risultavano: Praia a Mare, Tortora, Trebisacce, Roseto Capo Spulico, Melissa, Cirò Marina, Sellia Marina, Roccella Ionica e Soverato, oltre al riconoscimento per gli approdi a Cetraro e Roccella Ionica. Quest’anno  la Calabria si arricchisce di altri due nuovi ingressi: Tortora, in provincia di Cosenza, il cui territorio oltre a vantare il mare, è incluso in gran parte nel Parco Nazionale del Pollino e Sellia Marina, in provincia di Catanzaro, zona famosa per i lavori artigianali, specialmenti quelli del vetro;  ma non è tutto ha entrare di diritto nella prestigiosa lista anche due approdi turistici, Roccella Ionica e Cetraro.

Insomma anche quest’anno la nostra bella terra potrà far sventolare in aria questo meraviglioso riconoscimento, con la speranza sempre immutata che tutto ciò che siamo riusciti ad ottenere non vada mai perso.

Argia Renda

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati