La protesta di Beppe Fiorello: “Bloccata la mia fiction su Riace”

Beppe Fiorello alza la voce su Twitter protestando con la Rai per la mancanza di una data della messa in onda di Tutto il mondo è paese, la fiction in cui interpreta il sindaco di Riace, Mimmo Lucano, e che racconta il sistema di accoglienza dei migranti del borgo in provincia di Reggio Calabria divenuto simbolo mondiale di integrazione.

Da Viale Mazzini precisano che non c’è nessun blocco ma la fiction è sospesa in attesa delle decisioni della magistratura.

“Non è la prima volta che una mia fiction viene bloccata, anni fa le foibe, il governo di allora non gradì, poi la storia di Graziella Campagna, l’allora ministro della Giustizia si indignò, ora Riace, bloccata perché narra una realtà e nessuno/a dei miei colleghi si fa sentire” scrive Beppe Fiorello in un secondo tweet sull’argomento dopo lo sfogo del giorno prima: “Sono tanti, intellettuali, registi, scrittori, attori, attrici, giornalisti che si indignano per l’esclusione di una giurata da un talent show, pochi invece pronunciano parole di denuncia per questa vicenda che rischia di trasformarsi in censura”.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.