Lamezia Terme – Il giornalismo di qualità al centro di un incontro con Antonio Barillà de La Stampa

“Il giornalismo di qualità e la convivenza tra web e carta stampata” è stato il tema dell’incontro con il giornalista Antonio Barillà, de La Stampa, che ha conversato con la giornalista Antonella Mongiardo. Ha riscosso molto interesse e partecipazione l’incontro sull’informazione organizzato dal liceo scientifico di Lamezia, diretto dalla preside Teresa Goffredo. Interessanti i temi affrontati, dal ruolo del cronista nella società alla funzione del giornalismo locale. Abbiamo intervistato Antonio Barillà.

Sul mestiere del giornalista Barillà ha affermato: “Ha mille sfumature. Io credo che lavorare con passione, fare ciò che piace, è un privilegio, ma vale per qualsiasi mestiere”.
Secondo Barillà la funzione del giornalista nella società è quella di “essere testimone onesto degli eventi e contribuire, senza ma forzarla, alla formazione di un’opinione. Tutelare la democrazia, denunciando storture e compromessi. Il giornalismo a livello locale svolge un ruolo di controllo sociale e coscienza critica di una comunità. Il giornalismo a livello nazionale e locale sono entrambi difficili. E preziosi entrambi. Il giornalismo locale, spesso, richiede più coraggio perché racconta la realtà in cui si vive. E ha una responsabilità maggiore perché a volte rappresenta l’unica, o una delle poche, fonti d’informazione”.

Sul giornalismo d’inchiesta Barillà ha detto: “E’ importante perché permette di mettere a nudo problemi nascosti, di ricostruire situazioni poco chiare. Richiede tante energie, ma anche investimenti economici, e per questo, in tempi di crisi, perde terreno, per fortuna non mancano eccezioni”. Infine, sull’informazione di qualità e sul rapporto tra carta stampata e web, il giornalista ha affermato: “L’informazione è di qualità quando è sincera, attenta alle fonti, scrupolosa. Internet ha creato una giungla, dove è sempre più difficile orientarsi: c’è improvvisazione e malafede nella ricerca di sensazionalismo che crea contatti. Bisogna imparare a distinguere, scegliere fonti autorevoli e professionali. Il web sarà sempre più fonte, immediatezza, velocità. La carta stampata approfondimento. Sono realtà destinate a completarsi, non annullarsi”.