“Lo zoo che vorrei. Animali in libertà”, il primo grande “zoo” etico per l’unica tappa in Calabria

Arriva in Calabria “Lo zoo che vorrei. Animali in libertà”: al Centro Commerciale Porto degli Ulivi di Rizziconi il primo grande “zoo” etico.

Più di 140 animali di peluche, in pet 100% riciclato e a grandezza naturale, per una attrazione spettacolare e divertente, ma al tempo stesso etica ed educativa, grazie alla quale bambini, studenti, ma anche adulti potranno conoscere gli animali rispettandoli: è quello che ci attende a Rizziconi dal 7 al 22 aprile, nell’unica tappa in Calabria della grande esposizione ludico/didattica dedicata agli animali, anche i più esotici del pianeta.

“Lo zoo che vorrei. Animali in libertà” è uno parco senza gabbie, ma con scenografie curate nei minimi dettagli, abitato da animali di tutto il mondo: dalle fattorie alla savana, dalla giungla alla foresta, dall’Australia al Polo Nord, rettili e volatili. Sono infatti otto le aree tematiche che offrono al pubblico la possibilità di conoscere attraverso un’interazione emozionale e coinvolgente le abitudini e la storia degli animali e le caratteristiche dei diversi ambienti dove vivono, facendo  comprendere inoltre l’importanza della salvaguardia e della coesistenza con il meraviglioso mondo animale.

Uno “zoo” itinerante nella galleria del Centro Commerciale Porto degli Ulivi di Rizziconi che permette ai visitatori di osservare ogni particolare delle varie specie attraverso i 144 peluche che riproducono perfettamente e a grandezza naturale gli animali presenti in vari continenti, liberi di sprigionare la loro bellezza e i loro reali colori, realizzati con cura e maestria da Hansa creation nel pieno rispetto dell’ambiente: tutto il materiale utilizzato per l’imbottitura è infatti 100% pet riciclato.

Sensibilizzando al rispetto dell’ambiente “Lo zoo che vorrei. Animali in libertà” diventa inoltre un’irrinunciabile esperienza rivolta alle scuole, in cui i protagonisti saranno i bambini, piccoli esploratori, accolti da uno staff professionista in tenuta da “rangers” che li inviterà ad indossare a loro volta dei caschetti e accessori da esploratori, per un’esperienza ancor più interattiva che si concluderà con una fantastica sorpresa: un acquario multimediale dove i bambini potranno vivere l’esperienza dell’oceano in prima persona, tra i pesci colorati, grazie all’avanzata tecnologia di visori 3D. In più durante i giorni dell’evento, saranno presenti anche dei rappresentanti del WWF che illustreranno la loro attività di difesa e tutela dell’ambiente al fine di rafforzare nei visitatori  – che riceveranno l’attestato di partecipazione di “Piccolo Esploratore” – l’atteggiamento rispettoso e la cura della natura e degli animali.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati