Lungomare di Catanzaro Lido devastato dal punteruolo rosso, verde pubblico a rischio

Dichiarazione diramata dal consigliere Eugenio Riccio: “Dispiace prendere atto, giorno dopo giorno, che la gran mole di lavoro fatto nel quartiere marinaro negli anni passati dal sottoscritto, e da tanti amici,si sta dissuadendo per incuria e negligenza da parte di chi ha oggi l’onere di amministrare la cosa pubblica. Se infatti negli anni passati la salvaguardia e la cura del verde del lungomare era stata una nostra missione, laddove ci eravamo impegnati nella salvaguardia delle palme dal temuto killer “Punteruolo rosso” con tanto di censimento e di trattamento fitofarmaci delle stesse, oggi prendiamo atto che il “Punteruolo rosso” la sta facendo da padrone sul nostro territorio portando avanti la sua “missione” di morte del verde del lungomare minando, quindi, quella striscia di vegetazione che oltre a costituire un polmone di ossigeno contribuisce a dare decoro al litorale catanzarese da sempre identificatosi con la lunga fila di palme . Ancora più grave è l’inerzia dell’amministrazione comunale tenuto conto che l’ordinanza del sindaco n°23 del 29 ottobre 2013, impone “misure urgenti per la prevenzione e la lotta contro la diffusione nel territorio comunale, del micidiale parassita originario dell’Asia”.

“Se vale per il privato in primo luogo vale, dunque, anche per l’ente che l’ha emnessa. A fronte dell’inerzia dell’amministrazione comunale e,al fine di evitare e comunque consentire il contagio, ho segnalato, con un esposto inviato al servizio fitosanitario regionale e al settore ambiente del comune, la presenza del punteruolo rosso sulle palme del lungomare. Non di meno, attiverò tutte le procedure che la legge mi consente, al fine di verificare se tali reiterate “dimenticanze” possono configurare un profilo di “danno erariale” . A oggi prendo atto che nella nostra città l’intera filiera(amministrazione, sindaco, dirigente, funzionari e privati)deputata alla gestione del verde pubblico comunale, di fatto sta producendo più danni del killer dei Killer: il punteruolo rosso. Se non si interviene in tempo si rischia di far scomparire quel patrimonio di verde del lungomare che perderebbe così molto del suo aspetto ambientale con il quale è stato sempre identificato”