Mangiano insalata in busta e dopo ci trovano topo morto dentro, lotto ritirato dagli scaffali

Brutta disavventura per una coppia di genovesi che si sono accorti che la busta di insalata che avevano comprato e in parte consumato conteneva un topo morto. A quel punto marito e moglie si sono rivolti agli uffici dell’Ispettorato di Igiene della Asl, alla Fiumara. Dove sono stati sottoposti, per precauzione, a una terapia antibiotica.

Il topo, invece, è stato inviato ai laboratori di Arpal, l’Agenzia che ha il compito di effettuare il controllo igienico e sanitario di alimenti e bevande. “Abbiamo ricevuto le due persone – ha spiegato Paolo Cavagnaro, direttore sanitario della Asl3 genovese – ci hanno portato la busta dell’insalata con il topo trovato all’interno e abbiamo avviato le procedure del caso”. Per i due coniugi, che comunque stanno bene, solo qualche momento di disgusto.

La Asl, infatti, ha avviato i controlli sul contenuto della busta. Poi, ha contattato i colleghi di Bergamo, città sede dell’azienda che produce e distribuisce quel tipo di insalata fresca. Così anche in Lombardia sono scattati i controlli su quel marchio di insalate confezionate.

L’insalata era stata acquistata nei giorni scorsi in un supermercato del ponente genovese. Il lotto di quell’insalata, che tra l’altro scadeva ieri, era esaurito. Ma secondo quanto raccontato dal Secolo XIX i proprietari del supermercato hanno preferito ritirare ugualmente dagli scaffali tutte le confezioni ancora in vendita. Dal momento che il prodotto era ormai scaduto, spiegano dall’Asl, non c’è stato bisogno di diramare un’allerta.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.