Maxi sequestro di 220 Kg di cocaina al porto di Gioia Tauro

Nuovo grosso sequestro di cocaina nel porto di Gioia Tauro: 220 chili di droga sono stati scoperti da uomini del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e funzionari dell’Agenzia delle Dogane, con il coordinamento della Procura della Repubblica.

Lo stupefacente era in due container provenienti dal porto brasiliano di Santos, uno individuato dai finanzieri calabresi contenente cellulosa e destinato a Napoli e l’altro, segnalato dalla Direzione centrale per i servizi antidroga del ministero dell’Interno, pieno di bobine d’acciaio e diretto a Ploce, in Croazia. Una serie di incroci documentali e controlli con apparecchiature scanner su un certo numero di container selezionati dagli investigatori hanno portato al rinvenimento della droga.

La cocaina, contenuta in vari borsoni e suddivisa in 200 panetti, per un totale di 220 chili, se messa in commercio avrebbe fruttato la bellezza di circa 44 milioni di euro. Nei primi otto mesi dell’anno nel porto di Gioia Tauro è stata sequestrata oltre una tonnellata di cocaina, equivalente a una striscia ininterrotta di circa 150 chilometri.