Medico ginecologo malmenato e rapinato in casa

Medico ginecologo picchiato e derubato. Le indagini per una rapina impropria avvenuta a Belvedere Marittimo proseguono per identificare almeno quattro persone che hanno organizzato il colpo. C.P., 66enne, di Belvedere Marittimo, aveva appena finito di lavorare nel suo studio che si trova ai piedi del centro storico.

Ad attenderlo nell’abitazione c’erano quattro malviventi, tre con il volto scoperto e uno, probabilmente del luogo, con il viso travisato da passamontagna. I quattro hanno prima picchiato brutalmente il medico procurandogli ferite in varie parti del corpo e poi lo hanno rapinato. Non è esclusa, però, l’ipotesi che i malviventi volessero compiere un furto, in assenza dei proprietari dell’abitazione, e che, invece, il ginecologo sia rientrato a casa cogliendo di sorpresa i quattro. Al termine dell’azione, i rapinatori sono fuggiti prendendo l’auto del ginecologo.

Il mezzo è stato ritrovato ieri dalle forze dell’ordine sulla strada statale 18. Si tratterebbe di una banda composta da italiani. Qualcuno aveva un marcato accento cosentino. Nel mirino dei rapinatori, forse, anche una cassaforte che pare non siano riusciti ad aprire. Al termine, i quattro hanno chiuso a chiave il medico nel bagno dopo averlo privato del telefono cellulare.

Per diversi minuti il ginecologo ha urlato cercando di farsi sentire dai vicini fino a quando dopo un bel po’ di tempo qualcuno ha risposto alle richieste di aiuto ed ha avvisato i carabinieri. Il ginecologo è stato ricoverato con ferite giudicate guaribili in trenta giorni. Indagano i carabinieri della compagnia di Scalea e della locale stazione, coordinati dalla procura di Paola.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati