‘Ndrangheta – Killer a 20 anni, arrestati mandanti ed esecutori di un omicidio

Sei uomini sono stati arrestati stamani dai Carabinieri del Comandi provinciali di Reggio Calabria e Vibo Valentia, ritenuti a vario titolo esecutori e mandanti dell’omicidio di Giuseppe Canale, avvenuto il 12 agosto 2011 in un agguato, nel quale rimase ferito anche un passante, avvenuto nel quartiere di Gallico, alla periferia nord di Reggio Calabria.

I sei arrestati sono Salvatore Callea di 50 anni, Nicola Figliuzzi di 27 anni, Filippo Giordano di 46 anni, Sergio Iannò di 45 anni, Cristian Loielo di 27 anni e Domenico Marcianò di 34 anni.

Le indagini fin da subito avevano inquadrato l’omicidio Canale quale risposta all’omicidio di Domenico Chirico, avvenuto circa un anno prima, il 20 settembre 2010, sempre a Gallico. Dalle indagini i presunti mandanti sarebbero Giordano, Marcianò e Iannò, ritenuti appartenenti alla cosca Condello-Chirico. Callea, invece, è ritenuto responsabile di avere reclutato i killer, e di avergli fornito supporto logistico garantendogli anche la fuga dopo l’omicidio.

I due giovanissimi, all’epoca del delitto erano solo 21enni, Figliuzzi e Loielo, entrambi di Soriano Calabro nel vibonese, coinvolti nella faida delle preserre, avrebbero accettato di commettere l’omicidio per un compenso di 10-14 mila euro. I collaboratori di giustizia hanno anche permesso di recuperare l’arma del delitto, un revolver Colt calibro 38 special, che i Carabinieri hanno sequestrato presso il parco della Mondialità a Gallico. Durante l’esecuzione degli arresti, oggi i carabinieri hanno rinvenuto 1 fucile, una pistola, oltre 200 munizioni e 6 ordigni rudimentali.