“Riviera e Borghi degli Angeli”: continuano i tavoli di lavoro nel territorio e gli interventi presso forum nazionali

E dopo l’incontro di Venerdì 15 Giugno, presso la sala consiliare del Comune di Soverato l’incontro pubblico promosso dal Sindaco Ernesto Alecci e del consigliere Emanuele Amoruso, su proposta della associazione degli operatori turistici, per la presentazione del progetto/marchio turistico territoriale “RIVIERA E BORGHI DEGLI ANGELI”, continuano i tavoli di lavoro nel territorio e gli interventi presso forum regionali e nazionali sull’internazionalizzazione del turismo locale.

Tra gli obiettivi l’esigenza di creare, rilanciare e innovare l’offerta turistica locale, fondamentale, se non unico, volano economico del nostro comprensorio, proprio proseguendo sul percorso ormai triennale della associazione RIVIERA E BORGHI DEGLI ANGELI.

Il progetto prevede, infatti, non solo la promozione e connotazione della offerta turistica oltre il solo e consueto aspetto balneare, ma anche esperienziale e di valorizzazione dei borghi dell’entroterra con il loro patrimonio artistico, di tradizioni, dell’enogastronomia, il tutto nell’ambito di un brand da far conoscere e divulgare non solo nelle fiere di settore ma anche sulle piattaforme digitali. L’associazione infatti sta già realizzando con spese, competenze e impegno proprie un portale turistico di territorio, ma è necessario non solo arricchirne i contenuti, ma anche guidare e far decollare l’iniziativa con la massima partecipazione e coinvolgimento in prima persona sia del più ampio numero di imprenditori, strutture, esercenti e fornitori di servizi privati iscritti, responsabilizzati da una quota di partecipazione, che da parte delle amministrazioni comunali a rappresentanza del territorio e dei beni pubblici da promuovere e valorizzare, e come supporto istituzionale.

L’incontro di Soverato – come ben sottolineato più volte – ha aperto un tavolo di lavoro, lungo un percorso già avviato e tracciato. Molti sono stati gli interventi sia da parte degli imprenditori, che da parte dei diversi sindaci presenti, che hanno tutti riconosciuto la bontà del progetto dichiarando la propria disponibilità, oltre alla necessità di considerare altri aspetti come il recupero del patrimonio storico, di contribuire a realizzare un sistema di albergo diffuso, e di lavorare insieme. E’ stato inoltre riconosciuto che molte sono ancora ed in aggiunta le cose da fare, ma solo attraverso una forma associativa che possa creare una maggiore massa critica si può da una parte contare di più per risolvere problemi storici, dall’altra incrementare le capacità operative specifiche per il bene di tutti. Insieme si può dar maggior forza non solo alla promozione del marchio RIVIERA E BORGHI DEGLI ANGELI ma anche migliorare la qualità, definire e valorizzare la tipicità ed unicità dei pacchetti e servizi offerti, facendo sistema e rete sul territorio uscendo da un isolamento e guadagnando invece visibilità internazionale come anche puntualizzato dal presidente Rossi della Camera di Commercio di Catanzaro.

Il 15 giugno il sindaco soveratese Ernesto Alecci ha moderato il dibattito invitando infine i sindaci pertanto ad impegnarsi e a definire entro settembre la loro modalità di partecipazione, ma anche come discusso nei vari interventi a chiedere di far rivedere le politiche della Regione Calabria affinché si possa porre riparo alla attuale mancanza di riconoscibilità di distretto turistico. Si è concordato nel frattempo che l’associazione A.Op.t RIVIERA E BORGHI DEGLI ANGELI continuerà con altre riunioni operative e di incontro sul territorio con imprenditori e parti interessate, raccogliendo le adesioni per poi, come previsto dalle tempistiche, avviare a settembre la seconda ondata di iniziative congiunte e allargate in vista della stagione 2019.

Intanto, in attesa della calendarizzazione dei prossimi tavoli di lavoro territoriali, “Riviera e Borghi degli Angeli” ha partecipato al Forum sul Turismo di Comunità & Comunità Ospitali nel contesto del percorso-progetto “Borghi in Movimento”, promosso dalla deputata Anna Laura Orrico ed avviato il 30 Giugno scorso con una prima tappa realizzata presso il Museo Civico di Rende. In questa occasione, con l’intervento del suo presidente Francesco Leto, la rete turistica ha illustrato il proprio progetto/modello/brand di “Paesi Albergo – Ospitalità Diffusa” a partire dall’esperienza del borgo di Badolato e di quello che sta accadendo in borghi medievali limitrofi con un graduale processo di rivitalizzazione e di ripopolamento dei piccoli centri storici e con un notevole ed interessante livello di internazionalizzazione della loro offerta turistica. Da segnalare, inoltre, qui il fatto che lo stesso progetto-brand-modello di “Riviera e Borghi degli Angeli” ha avuto di recente uno spazio importante, con relativa visibilità dato anche alla Costa Ionica su cui opera la rete turistica e non solo, nella rivista di affari internazionali ATLANTIS, grazie al giornalista Carlo Mazzanti ed alla sua redazione.

“Solo impegnandoci in prima persona, e in forma associativa partendo dal basso, possiamo dare impulso ed essere artefici dello sviluppo delle nostre attività facendo così crescere il nostro territorio” ha concluso Francesco Leto, invitando i presenti ad approfondire e fare propria la partecipazione comunicando l’adesione o richiesta di maggiori info 335-5978352 email info@rivieradegliangeli.it

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati