Sale sul tetto scoperchiato dal vento, cade e muore

Un uomo è morto cadendo dal tetto di un edificio sul quale era salito per verificare i danni provocati dal vento che aveva scoperchiato l’abitazione del fratello. Giuseppe Talarico insieme al fratello, è salito per verificare i danni e per cause da accertare è caduto nel vuoto. Le sue condizioni sono apparse subito gravissime ed è stato deciso di trasferirlo nell’ospedale di Catanzaro, ma è morto poco prima dell’arrivo. Il fratello è rimasto ferito in maniera non grave.

Talarico, emigrato in Svizzera, era tornato a Mesoraca per festeggiare il 18esimo compleanno del nipote. Oggi, secondo una prima ricostruzione, il vento forte che si è abbattuto nel pomeriggio su gran parte del Crotonese, ha divelto parte del tetto dell’abitazione del fratello. Insieme hanno quindi deciso di verificare cosa fosse successo, ma Talarico è caduto riportando ferite che gli sono state fatali.

A Crotone un altro uomo è rimasto ferito dopo che un albero abbattuto dal vento lo ha colpito. Soccorso dai vigili del fuoco è stato portato in ospedale. Le sue condizioni non sono gravi. In seguito del forte vento, assimilabile a trombe d’aria, abbattutosi su gran parte del Crotonese, il prefetto Cosima di Stani ha convocato d’urgenza l’unità di crisi presso la Prefettura. Danni ingenti, secondo una prima stima, si sono registrati ingenti a Belvedere Spinello, Mesoraca, Scandale, Savelli e nel capoluogo.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati