San Sostene, una donazione per un sogno: il centro Sprar adesso ha la sua palestra

Flex Gym e Naturium donano attrezzi ai giovani migranti per potersi allenare

Una palestra per il centro Sprar di San Sostene “Santa Maria del Monte”. E’ il progetto realizzato grazie alla donazione della palestra Flex Gym di Soverato, su iniziativa del progetto culturale “Naturium”. Pesi, manubri e macchine a disposizione dei giovani profughi ospiti della struttura realizzata nell’ambito della rete “Fondazione Città Solidale”.

L’iniziativa è stata presentata presso la sede del centro, con una breve conferenza stampa. Per il progetto “Naturium” è intervenuta l’avvocato Roberta Ussia che ha anche preannunciato la collaborazione dello Csen per garantire ai ragazzi una formazione atletica adeguata per eventuali fini lavorativi. Il dottor Salvatore Durante ha descritto i percorsi virtuosi intrapresi nel borgo di San Sostene, in termini di integrazione con la comunità locale e di inserimento degli ospiti in attività didattiche e professionalizzanti.

Bernard Dika, Alfiere della Repubblica, ha esortato a cogliere gli aspetti positivi dell’emigrazione, essendo lui stesso figlio di migranti albanesi trapiantati in Toscana. L’avvocato Frank Mario Santacroce ha portato la testimonianza del Catanzaro Calcio che ha aperto le porte del club ai minori accolti nelle varie strutture per rifugiati e richiedenti asilo, coinvolgendoli nelle attività agonistiche dei settori giovanili. Non sono mancati gli accenni alle difficoltà del momento, per effetto del Decreto Sicurezza che sta generando tante incognite sul futuro dei progetti Sprar nel nostro Paese.

A testimonianza del clima di festa prodotto dall’iniziativa, gli immigrati ospitati a San Sostene hanno dato vita ad una divertente sessione di allenamento con alcuni body-builder della “Flex Gym” che hanno aiutato i propri coetanei stranieri a cimentarsi con le attrezzature ricevute in dono. La serata si è, poi, conclusa con un momento conviviale a base di prodotti tipici locali e dolci fatti in casa.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.