Sbarco di migranti in Calabria, 51 persone salvate dai cittadini

Un’imbarcazione a vela con a bordo 51 persone e’ approdata nelle prime ore di stamane sulla costa ionica calabrese, nel territorio di Torre Melissa, comune del Crotonese. L’imbarcazione si e’ capovolta e le urla nei naufraghi hanno svegliato alcune persone residenti nella zona che hanno allertato i soccorsi.

Fra le persone tratte in salvo anche donne e bambini. I migranti, che hanno dichiarato di essere di etnia curda, sono stati trasferiti in un albergo della zona, dove sono stati rifocillati ed hanno potuto far asciugare i vestiti bagnati grazie alle stufe ed ai phon messi a loro disposizione dall’hotel. In giornata saranno portati nel centro d’accoglienza per richiedenti asilo di Isola Capo Rizzuto (Kr).

La barca si e’ incagliata all’altezza dell’hotel Miramare. Fra i primi a raggiungere il posto il sindaco di Melissa, Gino Murgi, che si e’ prodigato con alcuni cittadini nei soccorsi. Le sei donne ed i quattro bambini che erano a bordo sono stati fatti salire su un’altra imbarcazione per essere tratti in salvo. Terminate le operazioni di soccorso, sono iniziate le procedure di rito da parte delle forze dell’ordine.