Sicilia Stupor Mundi e Music-Med-Festival

Caro Tito, nel settembre 2017 (durante la ventesima edizione del Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo, nella Sicilia occidentale, in provincia di Trapani) ho proposto alla “Feedback” (società organizzatrice di tale evento annuale, specialmente nella sua parte musicale) di prendere in considerazione la mia proposta di realizzare un vero e proprio MUSIC-MED “Festival della Musica Mediterranea” (come ti ho poi comunicato con la “Lettera n. 197” pubblicata il 30 settembre 2017).

Non avendo avuto alcun riscontro, l’anno dopo 2018 (durante il breve incontro che ha avuto luogo nel suo ufficio dalle ore 10,30 alle 10,40 del 24 settembre) ho fatto la medesima proposta direttamente al sindaco di San Vito Lo Capo, dr. Giuseppe Peraino, il quale mi ha chiesto di inviargli un progetto a riguardo.

LETTERA APERTA A TUTTI I SICILIANI

nello-musumeci-diventera-bellissimaCosì, il 24 novembre 2018 ho scritto ed inviato via mail una “Lettera aperta a tutti i Siciliani residenti dentro e fuori i confini regionali” (indirizzata in particolare al suddetto sindaco Peraino, al presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, e a varia stampa). A tale lettera, ha fatto sèguito un’altra mia comunicazione più organizzativa riguardo la mia proposta di inserire il MUSIC-MED nel contesto di un più vasto progetto denominato “SICILIA STUPOR MUNDI”. Allego, qui di seguito, entrambi i testi delle lettere.

SICILIA STUPOR MUNDI

Ovviamente ricavato da “Federico II stupor mundi” (la cui tomba alla Cattedrale di Palermo ha sempre fiori freschi e messaggi, anche a distanza di quasi 8 secoli dalla morte, avvenuta nel 1250 a 56 anni), avevo già da molti anni diffuso lo slogan-appello “Stupire il mondo” inviato a persone e comunità affinché venissero realizzate iniziative proprio per “stupire il mondo”… cioè agire al massimo possibile per sé stessi e gli altri.

reporterCome sono solito fare quando lancio una qualsiasi idea, pure questa volta ho ricercato in internet e trovato vari riferimenti e siti web dedicati a “Sicilia stupor mundi”. Uno di questi siti (www.stupormundisiracusa.it) appartiene alla dottoressa Laura Cassataro, archeologa e guida turistica in quella magnifica città jonica. Contattata immediatamente, si è resa disponibile ad una reciproca collaborazione tesa ad evidenziare nel miglior modo possibile le località di reciproco interesse, nel contesto di una … “Sicilia stupor mundi”.

Inoltre, sempre sul filo di “Sicilia stupor mundi” o sue varianti ho trovato siti come www.trinakiastupormundi.it (una Sicilia tutta da raccontare e da vedere) – un “Bed & Breakfast” – un Oleificio. In verità mi aspettavo di più come “marchio” o indicazione di marketing territoriale con valenza internazionale. In particolare, assai ricco e ben gestito è il sito www.stupormundi.it fondato nel 1997 dal medico pugliese Alberto Gentile residente a Foggia che contatterò nei prossimi giorni.

LE DUE LETTERE

teatro-greco-di-taorminaEd ecco, caro Tito, qui di sèguito le due lettere. Spero che vengano prese in considerazione e che ne possa nascere un serio discorso organizzativo socio-culturale, economico e di relazioni internazionali tali che, agevolate dalla musica, possano trasformare il Mediterraneo in un vero e duraturo “mare di pace”. Anzi, come ti ho raccontato nella lettera n. 50 del 09-09-2013 speriamo che, prima o poi, diventi una bella realtà l’Unione Mediterranea, una entità che aiuti i popoli interessati e dialoghi molto utilmente con altre entità comunitarie come l’Unione Europea, l’Unione Africana, Le Lega degli Stati Arabi, eccetera. In tutto questo contesto, la Sicilia può giocare un ruolo assolutamente determinante ed efficace.

PRIMA LETTERA

LETTERA APERTA

A TUTTI I SICILIANI RESIDENTI DENTRO E FUORI I CONFINI REGIONALI

in particolare

* al Presidente della Regione Sicilia, on. Nello Musumeci

* al Sindaco di San Vito Lo Capo, dr. Giuseppe Peraino

* alle testate giornalistiche regionali, nazionali ed estere che

potrebbero essere interessate

Oggetto: CENTRALITA’ EURO-MEDITERRANEA DELLA SICILIA – PROPOSTA DI REALIZZARE UN FESTIVAL COMPETITIVO DELLA CANZONE TRA TUTTI I PAESI DEL MEDITERRANEO E DINTORNI

Carissimi Siciliani!

san-vito-lo-capo-si-conferma-punta-diamante-del-turismo-sicilianoLa Geografia e la Storia hanno privilegiato la Sicilia ponendola al centro del mare Mediterraneo e, in particolare, tra Europa ed Africa (senza dimenticare la porta dell’Asia). I millenni trascorsi ci dimostrano, senza ombra di dubbio, che la cultura gioca un ruolo assai efficace ed insostituibile come base per ogni altra utile e bella attività umana, sociale e produttiva. Pure per tale motivo, propongo che sia realizzato in Sicilia (possibilmente in San Vito Lo Capo, magari durante il mese di maggio come apertura della stagione estiva e anche come lancio della canzone per l’estate, oppure in settembre durante il “Cous Cous Fest”) IL FESTIVAL DELLA CANZONE MEDITERRANEA, con il metodo competitivo o di semplice rassegna.

teatro-massimo-palermoInoltre, sarebbe assai spettacolare ed utile porre le basi per uno scambio tra le grandi orchestre come ad esempio, far suonare l’Orchestra Sinfonica del Cairo al Teatro Massimo di Palermo (e/o altrove) e una grande orchestra siciliana, italiana, europea al Cairo e in altre città mediterranee. Tale FESTIVAL DELLA CANZONE (o della Musica) MEDITERRANEA potrebbe interessare tutte le città della Sicilia, secondo modalità da concordare. L’importante è che gli eventi possano contribuire nel migliore dei modi alla reciprocità socio-culturale per il progresso effettivo ed affettivo dei popoli mediterranei e dintorni.

teatro-greco-siracusa-con-pubblico

Infine, propongo che la città di San Vito Lo Capo venga più facilmente conosciuta a livello internazionale come “Capo Med” (la punta centrale del Mediterraneo). Sono sicuro che il FESTIVAL DELLA CANZONE MEDITERRANEA potrebbe rappresentare per la Sicilia, in particolare, e per tutta l’ampia area interessata uno stupendo evento-base per altre manifestazioni utili al dialogo, alla pace e agli scambi di ogni genere.

Fiducioso che tale significativo e multiforme Progetto possa essere realizzato con il generoso e accorato, lungimirante e festoso concorso di tutti già dal maggio 2019, tutti ringrazio per la gentile attenzione e tutti saluto con splendente e caldo affetto mediterraneo.

Domenico Lanciano

Sabato, 24 novembre 2018 ore 18,02

dr. Domenico Lanciano – giornalista e.– responsabile Università delle Generazioni Viale Castelnuovo 33 * 86081 Agnone del Molise (IS) tel. 334-7727454 mobile * casa 0865-79034 mimmolanciano@gmail.com

SECONDA LETTERA

PROPOSTA DI UN FESTIVAL DELLA CANZONE MEDITERRANEA A SAN VITO LO CAPO OPPURE IN ALTRI LUOGHI DELLA SICILIA

Pregiatissimi

• On. Nello Musumeci – Presidente Regione Sicilia – Palermo

• Dr. Giuseppe Peraino – Sindaco di San Vito Lo Capo TP

IL FESTIVAL MUSICA MED. NEL PROGETTO “SICILIA STUPOR MUNDI”

sarcofago-di-federico-ii-palermo-con-fioriFormalizzo pure con la Lettera Aperta (qui allegata) la richiesta di voler, per piacere, esaminare la possibilità di realizzare a San Vito Lo Capo (oppure in altro luogo della Sicilia) un MUSIC-MED “FESTIVAL DELLA MUSICA MEDITERRANEA” nel contesto di un più vasto Progetto che potrebbe sintetizzarsi nel marketing “SICILIA STUPOR MUNDI”.

Ed è proprio nel ricordo e nell’esempio di Federico II “Stupor Mundi” che una manifestazione canora annuale tra tutti i PAESI DEL MEDITERRANEO (e dintorni) può e deve esistere in Sicilia (centro del Mediterraneo, tra Europa ed Africa, tra Est ed Ovest) per un “import-export” degno dei periodi storici più fulgidi di civiltà esaltante.

logo_scuola_musica_mediterranea_reggio_calabriaSapete bene che, se c’è una vera motivazione e volontà, i finanziamenti si trovano finché tale evento non riuscirà a diventare “industria” e reggersi da solo, dando lustro alla Sicilia e all’Italia, nonché posti di lavoro qualificato e tanti altri utili aspetti dell’indotto. Già i soli diritti televisivi (italiani ed esteri) possono giustificare una simile manifestazione. La realtà ci dimostra che gli eventi più seguìti nel mondo sono quelli sportivi, canori, stilistici e gastronomici. Il Festival ne evidenzierebbe più di uno.

Inoltre, la Sicilia è ricca anche di artisti e personalità che potrebbero aiutare il Festival al miglior lancio internazionale (penso a Pippo Baudo, Fiorello, a Tornatore e agli altri tantissimi gioielli che può vantare la Trinacria in ogni campo della cultura e dello spettacolo). Ma, essendo un evento tra diverse Nazioni, non mancheranno personaggi noti e tali da contribuire al successo più splendido fin dalla prima edizione.

Come e più del Festival di Sanremo, l’ipotizzato ed auspicato “Festival della Canzone Mediterranea” potrà divenire una locomotiva per trainare maggiore e migliore progresso socio-economico e culturale per la Sicilia e gli altri Paesi dell’Area-culla della civiltà moderna. I tempi nostri contemporanei e quelli futuri hanno bisogno di questa manifestazione di amicizia tra i Popoli, per cui lo ritengo un “FESTIVAL NECESSARIO”.

Anche perché potrà contribuire a rendere la Sicilia ancora più bella, interessante e attraente proprio come lo fu ai tempi dello STUPOR MUNDI (centro, incontro e sintesi di genti, culture, economie, società, ideali condivisi). Anzi, sicuramente meglio e di più!

Resto a Vostra disposizione per tutto ciò che possa io fare (gratuitamente) per la migliore riuscita di tale proposta. Grazie per la gentile attenzione. Cordiali ossequi!

Domenico Lanciano

Mercoledì 28 novembre 2018 ore 19,53 domenicolanciano@gmail.com tel. 334-7727454 e 0865-79034

SALUTISSIMI

mediterraneo-antica-cartaCaro Tito, in giro ci sono vari “Festival della Musica Mediterranea” oppure di “Musica dei Popoli”, tuttavia in Sicilia una simile manifestazione avrebbe un ruolo ed un fascino del tutto particolare, pure per la sua centralità nel mare Mediterraneo e come cerniera tra Europa ed Africa. Inoltre, è ben noto che fu proprio Federico II a riunire, principalmente a Palermo, tutte le arti, le scienze ed i popoli. Un MED-MUSIC o MUSIC-MED bene organizzato e “competitivo” (come il Festival della canzone italiana di Sanremo) potrebbe essere un motivo ed un’occasione in più per aumentare un import-export di civiltà e di prodotti in spirito di magnifica reciprocità. Lo sfondo resta sempre la pace e il progresso del mondo intero, nonché la difesa del pianeta e tutto ciò che possa portare ad una vera Armonia nell’Umanità!

Alla prossima lettera n. 230 e tanta cordialità!

Domenico Lanciano (www.costajonicaweb.it)

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.