Soverato – Cimitero, cambia il regolamento. Tutti i loculi saranno uniformati

Ogni loculo del cimitero urbano dovrà avere lo stesso colore e lo stesso tipo di marmo color rosa granito. Tutto sarà uniformato e i loculi non potranno essere più uniti uno all’altro. Anche i davanzali delle tombe dovranno essere tutti uguali e non più sporgenti in quanto possono essere pericolosi. Sono solo alcune delle modifiche apportate al regolamento della polizia mortuaria, come ha fatto sapere il vicesindaco Pietro Matacera, poiché l’Ente, deve adeguarsi ai parametri regionali e nazionali. Una rivoluzione su cui l’amministrazione sta lavorando non solo dal punto di vista estetico

Verrà inoltre data l’opportunità alle persone di poter utilizzare gli spazi adiacenti alle tombe per installare delle fioriere che però avranno dei centimetri stabiliti. In questo caso si è deciso che saranno di quindici centimetri previo pagamento dell’occupazione del suolo pubblico: il costo è simbolico in quanto l’importo sarà di 10 o 15 euro all’anno ma l’importo deve ancora essere stabilito con esattezza. Anche le foto dovranno essere tutte uguali nelle misure.

Cosi come ci saranno dimensioni uguali per fioriere, piante e ornamenti vari. Tutto ciò per avere ordine, omogeneità e anche per curare l’immagine in un luogo che come tutti gli altri è giusto abbia la propria dignità. In più verranno installate le urne cinerarie. Le nuove leggi prevedono inoltre la realizzazione di due campi di inumazione. Abbiamo la necessita di creare – ha spiegato il vicesindaco Matacera – un ambiente che sia più idoneo e dignitoso sia per i defunti che per coloro che si recano a fare visita. Negli anni passati, tutti, con opinioni diverse e contrastanti, hanno realizzato ciò che hanno voluto e oggi non va più bene.

Oltre alla regolamentazione estetica c’è anche quella normativa. Il Comune sta infatti predisponendo nuovi culti oltre a quello cattolico in quanto – ha sottolineato Matacera – ci sono coloro che desiderano essere cremati e quindi abbiamo inserito la realizzazione di una camera per la cremazione e venga data possibilità, anche previa richiesta dei propri cari, di poter spargere le ceneri nei luoghi che saranno individuati nel regolamento, come ad esempio il mare. Ognuno sceglierà per la propria morte il rito a cui si sente più vicino oltre alla tumulazione. In più, verrà regolato tutto ciò che fa riferimento al trasporto delle salme.

Tutte le ditte di pompe funebri e le attività ad esse correlate, dovranno avere il servizio di trasporto delle salme che dovrà avvenire in sicurezza secondo quanto stabilito dalla disciplina regolamentale regionale In tanti anni è la prima volta che vengono apportate modifiche al regolamento della polizia mortuaria. Il tutto è avvenuto in stretta collaborazione sia con la polizia locale che con l’ufficio comunale legale e tecnico.

Antonella Rubino – Gazzetta del Sud

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.