Soverato – Criticità della raccolta differenziata

Sono un cittadino di Soverato che abita in via Giovanni XXXIII° 16 ed aderisco all’associazione “ChiAma Soverato” e vorrei segnalare all’amministrazione cittadina lo stato di diffuso degrado che si vive in quella strada da quando è attivo il sistema di raccolta differenziata in Città.

Sgomberando il campo da ogni fraintendimento che potrebbe nascere chiarisco che, a mio modo di vedere, i maggiori responsabili delle “montagnelle” di buste di rifiuti (indifferenziati nella diversa natura anziché il contrario) che insistono anche per diversi giorni sul marciapiede prospiciente la porta d’ingresso del Condominio siamo noi utenti/cittadini incivili ed ineducati, che continuiamo a conferire ogni sorta di rifiuto e di oggetti senza badare ad orari ed a giorno della settimana, ma certo una meglio organizzata e più razionale previsione nella raccolta porterebbe a grandi miglioramenti nella vivibilità e nel decoro dei posti, importante per una Città turistica, come vuol essere Soverato, soprattutto in questo periodo.

Un orario più consono al conferimento dei rifiuti – come si può pretendere che parte dei cittadini conferiscano la spazzatura, umido compreso, dalle ore 11.00 alle ore 12.30, soprattutto in piena estate? E chi lavora o chi legittimamente è andato a fare un bagno? -; cassonetti di condominio per evitare le buste in strada e le strame fatte da cani e gatti e gli scoli creati dall’umido; ripulitura delle vie con l’utilizzo di personale in veste del vecchio e caro “spazzino”, almeno una volta a settimana.
Queste sono le carenze che contribuiscono, ripetiamo assieme alla maleducazione dei cittadini/utenti, al degrado di via Giovanni XXIII e cui chiediamo di mettere riparo al più presto. E questi sono tutti suggerimenti di buon senso che riteniamo poter dare agli amministratori e che andavano certamente inseriti nel bando di gara e che, laddove ciò sia stato fatto, andrebbero pretese e sanzionate visto che non si fanno, almeno non per tutto il territorio e regolarmente.

Riteniamo, infine, richiamare sul problema l’attenzione di tutte le altre associazioni civiche che si battono per il miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini a Soverato, auspicando la formazione di un tavolo permanente che lavori in sinergia con l’Amministrazione e, soprattutto, ponga i problemi per tempo evitando quanto successo ora che ci si trova davanti a questo degrado in presenza di migliaia di villeggianti che, certo, non avranno apprezzato e non faranno buona pubblicità alla Città. Per eventuali contatti chi fosse interessato potrà rivolgersi all’Associazione tramite mail natalegiaimo@gmail.com o cellulare al 336925138.