Soverato – La matematica nascosta tra i versi della Commedia

Il saluto della prof.ssa Sina Montebello, presidente dell’Università della 3^Età e quello della vicepresidente dell’Accademia degli ex alunni del Liceo “Guarasci” Anna Maria La Rosa ha dato inizio all’ormai tradizionale Venerdì culturale lo scorso 7 aprile.
Il prof. Gerardo Pagano ha introdotto i lavori indicando i passi già fatti e quelli da fare per istituire a Soverato il Comitato della Società Dante Alighieri, che sarà poi affiliato al Comitato Nazionale e ricordando che la conferenza del prof. Piperata, segue quella del dr. Paolo Squillacioti su “Dante e il suo tempo”.
Il prof. Pietro Piperata si è inoltrato nella selva dei riferimenti matematici presenti nella Divina Commedia, illustrandoli con grande abilità comunicativa e facendo ricorso a strumenti, da lui stesso realizzati in collaborazione con un falegname, in particolare l’abaco in vigore per molti secoli a cominciare dall Medioevo. Dalla esposizione di Piperata è emersa una possibilità di leggere Dante in una dimensione più ampia della tradizione scolastica esclusivamente letteraria.

La cultura di Dante – ha spiegato Piperata – va oltre la teologia, la filosofia e la padronanza del mondo classico e, attraverso la numerologia, gli consente di costruire tutte le simmetrie della Commedia, ma si estende anche a specifiche questioni aritmetiche e geometriche citate nel Poema come analogie per spiegare situazioni ed esperienze altrimenti non rappresentabili con parole.
La lezione di Piperata ha dimostrato ancora che in non poche terzine della Commedia si nascondono riferimenti precisi alla geometria euclidea, a dimostrazione che la cultura medioevale conservava del mondo classico non solo il patrimonio mitologico, artistico e letterario, ma anche le teorie perenni del sapere matematico.
In fondo, si è domandato concludendo l’oratore, un poeta che non abbia in sé un po’ di matematica si può dire poeta?
Grande l’interesse del numeroso pubblico presente nell’aula magna dell’Istituto Tecnico Economico “Calabretta” che ha applaudito il prof. Piperata.
Continua così la collaborazione della Università dell 3^ età con l’Accademia degli alunni del Liceo “Guarasci” e con il Comitato promotore della Società Dante Alighieri di Soverato, che troverà altre occasioni di realizzazione nei prossimi mesi, in una intesa operativa a servizio della cultura nella nostra città.