Torre di Ruggiero, inaugurato il parco giochi comunale: un sogno che si realizza

Realizzato a costo zero è stato subito “invaso” da famiglie e bambini

Inaugurato il parco giochi comunale di via delle Grazie, a Torre di Ruggiero. Benedizione e taglio del nastro per la bella struttura all’aperto, realizzata dall’amministrazione Barbieri a costo zero. L’opera, infatti, è frutto dell’indotto derivante dalle attività del parco eolico ubicato in paese. Tantissimi i bambini che hanno atteso con ansia il via libera ufficiale per potersi scatenare tra scivoli e altalene. “Questo parco giochi è un sogno che si realizza dopo tanti anni” hanno dichiarato il sindaco, Mario Barbieri, e il vicesindaco, Vito Roti, ringraziando tutte le maestranze e i volontari che, negli ultimi giorni, si sono dedicati alla installazione delle attrezzature e alla sistemazione dell’area, di proprietà del vicino Santuario della Madonna delle Grazie e concessa in uso al Comune di Torre. Proprio per questo motivo sono state rivolte particolari parole di plauso nei confronti del parroco don Maurizio, la cui collaborazione è risultata fondamentale per la buona riuscita del progetto. Il primo cittadino ha preannunciato l’avvio di ulteriori iniziative “per potenziare il sistema turistico dell’accoglienza e migliorare i servizi”. Torre di Ruggiero, con il suo Santuario mariano, è meta di migliaia di pellegrini, per tutto l’arco dell’anno.

Uno degli obiettivi dell’amministrazione comunale è quello di agganciare al traino del forte richiamo spirituale che Torre mantiene immutato da secoli una serie di attività che possano anche produrre ricadute importanti e positive, in termini occupazionali, per le giovani generazioni del luogo. In ogni caso, entro fine mese, con una apposita conferenza stampa, il sindaco farà il punto della situazione, analizzando “le difficoltà ancora da superare per venir fuori dalla difficile situazione finanziaria ereditata dalla precedente amministrazione comunale” ma confermando “il massimo impegno per realizzare gli obiettivi programmatici premiati dagli elettori”.