Tra musica, artigianato e sapori… tutti uniti per rilanciare le bellezze della Sila

IMG_5372C’è più animazione, quest’anno, a Villaggio Mancuso. La montagna catanzarese si rianima grazie all’azione sinergica degli operatori economici locali, i quali hanno unito le proprie forze per creare animazione e rilanciare le bellezze della nostra montagna, in particolare della Sila piccola.
Un impegno che, a quanto pare, sta dando buoni frutti. “La gente si diverte – riferisce Alessandra Garofalo, del team Martina Sport- Noi commercianti abbiamo messo insieme le nostre forze, con la collaborazione del presidente della pro loco, Raffaella De Martino e il contributo del comune, per promuovere il nostro territorio attraverso eventi di vario genere. Ad esempio- dice- sta riscuotendo molto successo “pagaiasilando”, il programma di escursioni in canoa nel lago del Passante. Le manifestazioni puntano non solo al divertimento classico, a base di musica e tarantelle, ma anche ad altre forme di svago, come quelle offerte dalla natura. In tal senso- dice Alessandra- c’è stato un risveglio di interesse verso la montagna, con il fiorire di associazioni di giovani che si riuniscono per fare trekking, escursioni, per raccogliere funghi e fragoline di bosco”.
Delizie per il palato, come quelle offerte con degustazioni gratuite dalla Terrazza del buongustaio e dalla Putica. L’originale slogan “sglobalizzatevi”, creato da Francesca Matteo e Davide Bianchi, è ormai entrato nei circuiti internazionali, come marchio di qualità per promuovere la genuinità dei prodotti tipici calabresi. Sottoli, liquori, confetture, dolci tipici, creme spalmabili, salsine piccanti e aromatiche. Un tripudio di odori e sapori, per cui la “Putica”, con la sua appendice monotematica con specialità a base di funghi, è stata inserita nella “Guida alle migliori gastronomie d’Italia”.
Altro piatto forte della montagna è l’artigianato. Il Bazar delle fate (di Anna Caracciolo) e Souvenir Calabria (di Franca Corea) propongono caratteristici manufatti in ceramica, terracotta, legno e ferro battuto. Tra gli articoli più pregiati, vi sono gli arazzi di San Giovanni in Fiore, esposti presso il Bazar delle fate. Teresa e Antonio Donato hanno voluto valorizzare al massimo gli splendidi “quadri” realizzati al telaio, con cui hanno adornato le pareti del loro caratteristico locale, “Il rifugio”.
Giuseppe e Angelo Scalise, artigiani di Sorbo San Basile, espongono le sculture in legno, realizzate con la motosega: tronchi di abete e castagno trasformati in aquile, orsi, guerrieri e altre figure tipiche del luogo, gettonatissimi per abbellire ville e giardini.
IMG_5364Un’attenzione speciale, quest’anno, è dedicata ai bambini, grazie a Baby Birba, duo formato da Audina e Raffaella, che intrattengono i piccoli ospiti del villaggio con giochi, balli e laboratori creativi.
L’eleganza e la musica sono state protagoniste della notte di San Lorenzo, nel corso della manifestazione “sfilata sotto le stelle”, dedicata alla moda “made in Calabria”. La serata, tenutasi nella suggestiva location del Grand hotel “Parco dei pini”, è stata condotta da Rosario Vero insieme a Caterina Gentile, con la partecipazione straordinaria della cantante Januaria- voce e chitarra live- talentuosa catanzarese che nel 2009 partecipò al programma “Amici” di Maria De Filippi.
La serata si è aperta con la moda bimbi. I piccoli modelli, di età compresa fra i due e i dodici anni, provenienti da Catanzaro, Taverna, Lamezia, Palermo e Firenze, hanno sfilato in passerella con disinvoltura, indossando alcuni dei più bei capi “Martina Sport”. Nella seconda parte della serata sono stati presentati i modelli da sposa e da cerimonia di Aldo Gentile, stilista di Taverna, con esperienza trentennale nel campo della sartoria.
Il leit motiv dell’iniziativa è stato l’amore per la Sila. Un entusiasmo condiviso da tutti i presenti, grandi e bambini, che hanno partecipato numerosi all’evento. Si è fatta interprete di questo sentimento collettivo Alessandra Garofalo, una degli organizzatori: “La manifestazione “Sfilata sotto le stelle”, nata dalla collaborazione tra il team Martina Sport, il Parco dei Pini e lo stilista Aldo Gentile- ha detto Alessandra nel saluto iniziale- si propone di promuovere la bellezza della Sila, anche attraverso la qualità dei tessuti e lo stile delle creazioni locali nel settore dell’abbigliamento. Ce la stiamo mettendo tutta per rilanciare la montagna catanzarese, perché questi luoghi incantevoli meritano di essere conosciuti e valorizzati”.
IMG_5193Tutti a guardare le stelle, l’11 agosto, con i potenti telescopi del Corpo forestale, presso il centro visite “Monaco” del Parco Nazionale della Sila. I villeggianti della Sila catanzarese hanno partecipato numerosissimi a “la notte delle stelle”, iniziativa realizzata nell’ambito della manifestazione “Sotto i cieli del Parco”, alla scoperta delle stelle e dei pianeti, a cura dell’associazione “Star freedom”, in collaborazione con l’ente Parco Nazionale della Sila e con il Corpo forestale dello Stato. La serata delle stelle ha avuto luogo nella suggestiva location del parco, in un buio fitto appositamente creato per facilitare l’esplorazione della volta celeste. L’evento è stato organizzato per sensibilizzare il cittadino sull’importanza del coleottero, bioindicatore della qualità dell’ambiente.
Anche il teatro in vernacolo e la musica d’autore sono stati protagonisti a Villaggio Mancuso, nella celebre piazzetta antistante la Rotonda.
Venerdì 12 agosto, ha registrato il pienone la commedia “Non ti pago”, interpretata dalla compagnia teatrale “Su il sipario”, di Taverna. Lo spiazzo antistante la Rotonda si è riempito di turisti e residenti, venuti anche dalle località vicine per assistere allo spettacolo teatrale, inserito nel programma di manifestazioni estive della pro loco di Taverna. La commedia ha rivisitato in chiave calabrese la famosa commedia in tre atti di Edoardo De Filippo. Protagonista è Ferdinando Quagliuolo, il quale ha ereditato dopo la morte del padre la gestione di un “banco lotto”. Don Ferdinando è anche un accanito giocatore, sempre in cerca di numeri vincenti, ma alquanto sfortunato. Un suo impiegato, Mario Bertolini, al contrario, inanella vincite su vincite, suscitando l’invidia del suo datore di lavoro. Gli elementi della comicità ci sono tutti: l’equivoco, l’avvocato, il prete, la cameriera impicciona, le vicine di casa antipatiche, la figlia innamorata, la moglie saggia, il papà geloso. Intorno al tema dell’invidia e della superstizione si svolge tutta la storia, diretta da Adalgisa Zarrella e interpretata dagli attori: Barbara Pullano, Caterina Gentile, Giovanni Dardano, Sara Gentile, Chiara Collarile, Ercole Gesualdo, Vincenzo Riccelli, Rossana Nicoletta, Giuseppe Durante, Salvatore Montesani. Coordinamento teatrale di Giusi Canino e arrangiamento musicale di Ercole Gesualdo. Service: Frustaci, Gesualdo, Parisi.
Domenica 14 agosto, dalle ore 11 in poi, Enzo Principe si è esibito in un concerto live- anni 70, 80, 90- organizzato dal team “La Rotonda” di Clemente Lia. L’assolo di Enzo Principe, cantante napoletano specialista in cover di Massimo Ranieri e Claudio Baglioni, è stato “un viaggio musicale” nella musica leggera italiana, che ha saputo creare un’atmosfera calda e avvolgente.
Le tarantelle e i valzer restano gettonatissimi tra i meno giovani (e non solo), a cui “Friggi e fuggi” ha dedicato dei momenti di allegria, allietati dai “cullurielli” di Antonella Colosimo e dalla fisarmonica del suo papà. Le note del bravo Luigi Colosimo hanno accompagnato balli e coretti di canzoni calabresi, romane e partenopee, coinvolgendo nel clima festoso i romantici di ogni età.

Antonella Mongiardo

ALTRI ARTICOLI