Trading online: in Calabria i nuovi investitori aumentano del 5%

Che ce ne siamo accorti o meno, negli ultimi tempi il modo di investire sta cambiando radicalmente. Da una decina di anni a questa parte, in particolare, il numero di investitori privati è aumentato in modo esponenziale. Stiamo parlando dei tanti professionisti che vendono e comprano quotidianamente strumenti finanziari sui mercati internazionali direttamente dal proprio computer di casa.

Quella del trader indipendente è una figura che si è sviluppata soprattutto grazie alle innovazioni tecnologiche che sono state apportate al settore. La diffusione della banda larga e di connessioni internet sempre più veloci, l’introduzione della modalità di esecuzione immediata e la forte automazione dei processi, che consente di mantenere basse le commissioni, hanno giocato un ruolo fondamentale.

L’onda del fenomeno, che è presente in tutta Europa, ha raggiunto anche l’Italia, dove non sono pochi gli investitori che operano con l’obiettivo di crescere nel mercato del forex e in particolare nel trading online. Quest’ultimo si sta diffondendo sempre di più nel Bel Paese grazie alla facilità di utilizzo e alla presenza di strumenti sempre più diversificati.

Secondo una recente ricerca, i trader attivi in Italia sono aumentati del 30% negli ultimi tre anni. Di questi la metà è costituita da giovani sotto i 35 anni, mentre – analizzando la provenienza geografica – si scopre che il 5% dei nuovi trader è rappresentato da giovani calabresi, un dato che conferma l’importanza del fenomeno nella regione.

Sono molti i giovani che stanno iniziando ad interessarsi all’universo degli investimenti finanziari anche come reazione alla crisi che stiamo vivendo. Trattandosi di un’attività indipendente, per tanti è un modo per crearsi da zero una professione, una possibilità che viene presa in considerazione soprattutto nelle regioni dove l’offerta di lavoro scarseggia. Non sorprende quindi che regioni come la Calabria abbiano visto un tasso di crescita rilevante in questo settore.

Ovviamente non si tratta di un modo facile di fare soldi, come molti sono spesso portati a credere. Per produrre una redditività costante nel tempo è necessario conoscere molto bene gli strumenti che si vanno ad utilizzare e i mercati sui quali si va ad operare. È anche importante sapere con precisione la strategia che si andrà ad utilizzare, una strategia stabilita in relazione ai propri obiettivi di guadagno, alla propria propensione al rischio e alla propria disponibilità di capitale.

Come si può intuire, per fare del trading online una professione in grado di generare un reddito importante e soddisfacente sono davvero molte le informazioni e l’esperienza da acquisire. È pertanto fondamentale lo studio della materia in modo approfondito prima di iniziare ad investire, sia da autodidatti sia attraverso corsi di formazione specializzati. Sono sempre di più le istituzioni che offrono corsi per orientarsi nel mondo del trading, non solo a Roma e Milano, ma anche nelle città di provincia. Inoltre, il trading online permette di sviluppare delle competenze molto specifiche, che possono portare a nuove opportunità di lavoro.

In un contesto di crescita come quello che stiamo vivendo, le piattaforme per fare trading online sono in aumento. La Consob ha stimato che nel nostro paese operano circa 120 società di intermediazione. Di queste la maggior parte sono multinazionali che non hanno sede sul territorio italiano, ma che permettono agli investitori provenienti da diversi paesi europei di operare sui mercati regolamentati.

Insomma, anche in Italia e in particolare in Calabria, sono tanti i fattori che testimoniano il buon momento che sta vivendo il settore degli investimenti indipendenti e in particolare del trading online.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.