VIDEO | Festa della matematica all’Istituto tecnico tecnologico di Lamezia Terme

Festa dei numeri all’istituto tecnico tecnologico (ex geometri) di Lamezia, nell’ambito di un progetto di valorizzazione delle eccellenze.
Pur se con qualche giorno di ritardo rispetto alla data ufficiale, il dipartimento di matematica del Geometra ha aderito al pi – greco day, giornata dedicata al famoso numero pi-greco, celebrato ogni anno nelle scuole e università di tutto il mondo il 14 marzo.
La scuola si è trasformata, così, in un grande laboratorio didattico, in cui gli studenti più meritevoli, sotto la guida dei docenti Antonella Senese, Beatrice Costanzo, Antonella Mongiardo, Roberta Riccelli, Luigi Scalise e Antonio Brando, hanno avuto la possibilità di mettere in campo le proprie competenze matematiche in un contesto inusuale rispetto alla tradizionale attività didattica.

Nella prima parte della mattinata e’ stata la matematica ricreativa ad animare l’aula Scarselletti, dove 70 ragazzi, raggruppati in 14 squadre suddivise in due turni (biennio e triennio) si sono sfidati a colpi di quiz e giochi logici, utilizzando il software applicativo “Kahoot”.
Alla due squadre vincitrici, biennio e triennio, sono stati donati in premio rispettivamente una pergamena con foto ricordo e una copia del libro “Giochi matemagici”( Antonella Mongiardo e Antonietta Vincenzo).
Nella seconda parte della mattinata i ragazzi hanno presentato lavori e video realizzati da loro stessi. Nell’occasione, è stato presentato un nuovo supporto didattico targato ITT. Si tratta di una dispensa di “Complementi di matematica”, che tratta in modo compatto alcuni argomenti della matematica applicata (statistica, calcolo combinatorio, vettori, modelli matematici con esponenziali e logaritmi) curvati sui diversi indirizzi di studio.

A conclusione della festa, la scuola ha offerto un buffet con dolci a forma di pi-greco.
“L’ obiettivo – afferma Beatrice Costanzo- è soprattutto valorizzare gli studenti più bravi, con iniziative che sappiano stimolare in loro la creatività e la capacità di far squadra”.
“Le sfide logiche appassionano gli alunni- afferma Roberta Riccelli- perché sono un momento didattico istruttivo e divertente al tempo stesso”.
“E’ importante – afferma Antonella Mongiardo- che i ragazzi non siano destinatari passivi, ma protagonisti attivi del loro apprendimento, credo che sia questo il vero obiettivo di una scuola che voglia promuovere la ricerca didattica e l’innovazione metodologica”.
“La scuola moderna è la scuola delle competenze- afferma Antonella Senese- Quale migliore competenza matematica, dunque, della capacità di tradurre i concetti appresi in classe in attività pratiche, momenti laboratoriali e creazioni personali, tutte ispirate ai numeri, in coerenza con il Piano nazionale scuola digitale?”.

Il dirigente scolastico dell’Itg, Patrizia Costanzo, sottolinea la valenza didattica di questa iniziativa, citando una celebre frase del pedagogo Quintiliano: “I discenti non sono vasi da riempire, ma fiaccole da accendere. Questo principio, secondo me- dice Costanzo- si applica su misura all’insegnamento della matematica, materia che spesso gli alunni trovano difficile e ostica. Soltanto accendendo nei ragazzi l’entusiasmo- conclude- si può stimolare in loro l ‘interesse verso questa disciplina”.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati