Violenta rissa a colpi di coltello tra due famiglie all’inaugurazione della chiesa, sette arresti

I rapporti erano ormai logori da tempo e i carabinieri erano intervenuti in più occasioni per sedare gli animi, ma ieri sera si è andato oltre e tra due nuclei familiari di Briatico si è passati dalle parole ai fatti. Una lite è degenerata in rissa a colpi di coltello e “nunchaku” e l’intervento dei militari dell’Arma ha evitato il peggio. In sette sono stati arrestati e qualcuno è dovuto ricorrere anche alle cure mediche.

Nella serata di ieri 12 agosto i carabinieri della Stazione di Briatico, collaborati poi da quelli della Radiomobile di Vibo Valentia e della vicina Stazione di Cessaniti, mentre erano in servizio di ordine oubblico in occasione dell’inaugurazione della Chiesa Parrocchiale “San Nicola Vescovo”, sono intervenuti per sedare una rissa, verificatasi proprio nei pressi della piazza antistante la Chiesa, che ha visto protagonisti due nuclei familiari: da una parte i coniugi Michele Vacatello e Mariella Villano unitamente al di lei fratello e dall’altra i coniugi Simona Campora e Antonio Morello insieme al padre Rocco Morello e al fratello Giuseppe Morello.

In particolare i militari si sono frapposti fra i due gruppi che in più e diverse riprese si sono aggrediti tentando di usare anche un coltello e un “nunchaku” verosimilmente a causa di problemi di vicinato atteso che le due famiglie abitano nello stesso palazzo.

A seguito della rissa Mariella Villano, Antonio Morello e Simone Campora ricorrevano alle cure mediche per contusioni e ferite varie giudicate guaribili in un massimo di 15 giorni.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati