26enne ucciso in un agguato, due persone confessano

Due persone sono state fermate, nella serata di ieri, perche’ ritenute responsabili della morte del giovane Antonio Barbieri, 26 anni, che era stato ferito in un agguato sabato scorso a Corigliano Rossano in provincia di Cosenza. Il giovane era stato trovato dalla polizia riverso sul sedile della sua auto, con ferite di arma da fuoco alla testa.

Era stato portato d’urgenza nell’ospedale di Rossano e poi trasferito a Cosenza, dove e’ deceduto. I magistrati della Procura di Castrovillari hanno a lungo interrogato le due persone, che alla fine hanno confessato. I dettagli saranno diffusi questa mattina nel corso di una conferenza stampa. La polizia e i magistrati della Procura di Castrovillari hanno a lungo interrogato le due persone, che alla fine hanno confessato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.