A Marcellinara la seconda edizione del Desert Cruiser

Sta arrivando finalmente la seconda edizione del Desert Cruiser, in programma per la scorsa estate, ma annullata poche ore prima dell’evento per cause non dipendenti dall’organizzazione. Il nuovo appuntamento per gli amanti dello Stoner (ma non solo) è per l’1 Novembre allo Zoom Music Club di Marcellinara (CZ).

Resta invariata la lineup, che prevede tre band afferenti al panorama underground dello Stoner made in Southern Italy, confermando la volontà del festival di promuovere le realtà musicali alternative locali.

Si inizia già col botto con la band che aprirà le danze: i Carcaño. Il quartetto di Reggio Calabria plasma influenze assimilabili allo stoner più classico passando per la psichedelia e l’heavy metal degli albori, risultando in uno stoner rock ben costruito e coinvolgente, schitarrando al motto di “Do it Slow and Loud”.

Seguiranno i Bretus, band storica della scena catanzarese con le loro sonorità Doom/Stoner/Psych. Prendono ispirazione da tutte quelle correnti musicali che hanno caratterizzato l’hard rock degli anni ’70 e dai capostipiti del doom, dalla letteratura horror e dal misticismo.

La serata si chiuderà con i Pressione Su Malta, duo siciliano le cui fondamenta sono costituite unicamente da chitarra e batteria. Il nome della band fa riferimento ad un procedimento utilizzato in edilizia per la costruzione di muri solidi e indistruttibili: facile capirne la scelta, ascoltando il loro sound granitico. In una martellante fusione di stoner e grunge con influenze seventies, i Pressione su Malta non scherzano mica, rendendo la loro formazione essenziale un punto di forza.

Il Desert Cruiser, tra mille difficoltà, punta ad affermarsi quale realtà di riferimento per il panorama underground del meridione.