A Santa Caterina dello Ionio non vi è stata alcuna carenza idrica!

Ha destato grande sorpresa e meraviglia, la nota del Codacons, a firma di Francesco Di Lieto, prontamente ripresa da alcuni organi di stampa apoditticamente e senza alcun vaglio critico e verifica, con la quale ha denunciato pretesa e presunta mancanza di acqua a Santa Caterina dello Ionio.

Invero, la circostanza è priva di qualsiasi riscontro ed è soprattutto, e assorbentemente, destituita di qualsiasi fondamento.

È ampiamente risaputo ed è riscontrato e riscontrabile in qualsiasi momento, e trova definitiva conferma nei dati tecnici, che nel Centro abitato del Borgo e della frazione Marina di Santa Caterina dello Ionio, il servizio idrico non è mai stato interrotto durante l’intera stagione estiva e l’acqua non è mai mancata e non manca nelle abitazioni dei cittadini e dei numerosi villeggianti.

Anche quando vi è stata una eccezionale e limitatissima interruzione, che ha riguardato solamente il borgo, per un brevissimo periodo di tempo, condensato in appena qualche ora, nonché per indiscutibili e indilazionabili dei lavori alla nuova rete idrica o per consentire ai Vigili del Fuoco di domare gli incendi che hanno interessato il nostro territorio. Ovviamente sono tutti fattori che non possono valere o valgono per confutare quanto prima affermato in ordine all’assoluta regolarità e costanza della fornitura, che non sono dipesi dall’amministrazione comunale e che in ogni caso non hanno creato alcun disagio alla popolazione.

Non si riesce, pertanto, a capire quale sia la fonte di notizie così paradossalmente ed eclatantemente false e tendenziose, il cui unico scopo – come appare evidente – è di porre in cattiva luce l’operato di una amministrazione che i problemi li ha affrontati, li ha risolti e li risolve e può essere considerata efficiente e virtuosa sotto ogni aspetto e in qualsiasi ambito e, nello stesso tempo, creare ingiustificato allarme nei cittadini alla vana ricerca di un effimero e improduttivo consenso politico.

L’Amministrazione Comunale ha comunque già dato incarico ai propri legali di fiducia per la proposizione delle più opportune azioni giudiziarie in sede civile e penale a tutela della collettività tutta e degli interessi della medesima comunità amministrata.