A Soverato un parco pubblico per ricordare Simona Cavallaro

Ad un anno esatto dalla morte di Simona Cavallaro, la ventenne morta dopo essere stata aggredita da un branco di cani a Satriano, nasce a Soverato un giardino-parco giochi a lei dedicato che sarà aperto 24 ore su 24.

La tragedia un anno fa, il 26 agosto del 2021 nella zona di Monte Fiorino a Satriano. L’inaugurazione nel giorno del primo anniversario della tragica morte della giovane, nel quartiere San Nicola a Soverato, città dove la ragazza viveva con la sua famiglia.

Nel pomeriggio del 26 agosto dell’anno scorso, la ragazza si era recata assieme ad alcuni amici in un’area pic-nic per trascorrere qualche ora di svago quando si è verificata l’aggressione da parte di un branco di cani da pastore che non hanno dato scampo alla ragazza.

L’iniziativa di dedicare a Simona un’area attrezzata, fortemente voluta dal padre di Simona, Alfio Cavallaro, è stata sostenuta dall’amministrazione comunale e dal sindaco della città Daniele Vacca.