Abuso d’ufficio e falso, interdizione per segretario comunale e un vigile nel catanzarese

Interdizione dai pubblici uffici per il segretario comunale Maria Luisa Mercuri e un agente di polizia locale, Rosario Mendicino. L’indagine è stata condotta dai militari della Stazione di Falerna, con i due pubblici ufficiali ritenuti responsabili dei reati di abuso d’ufficio in concorso e falsità materiale e ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici in concorso.

I carabinieri della Stazione di Falerna Scalo hanno notificato un’ordinanza cautelare di interdizione dall’esercizio di un pubblico ufficio o servizio per la durata di mesi dodici emessa dal Tribunale di Lamezia Terme, su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Le contestazioni mosse ai due indagati riguardano alcune irregolarità nello svolgimento di attività di polizia giudiziaria eseguite nell’ambito di un procedimento penale pendente nella Procura di Lamezia Terme e inerente un abuso edilizio.

Quindi, anche la nomina come ausiliario di polizia giudiziaria, pur in assenza di specifiche competenze tecniche, del segretario comunale che, a sua volta, avrebbe omesso di astenersi dall’incarico nonostante il conflitto d’interessi con un soggetto coinvolto nel procedimento. I carabinieri avrebbero, quindi, riscontrato la formazione di atti falsi rispetto all’illecito edilizio.