Addio a Susanna la caporeparto calabrese uccisa dal Covid-19

Ha lottato per un mese contro il terribile coronavirus ma si è dovuta arrendere al nemico invisibile. Concetta Susanna Micari, 52 anni, originaria di San Roberto, in provincia  di Reggio Calabria, e residente a Concesio, nel Bresciano, si è spenta nelle scorse ore, uccisa dalle complicazioni dovute all’infezione.

Era una donna, molto conosciuta nel paesino lombardo, lavorava come caporeparto al supermercato Auchan, che in segno di lutto è rimasto chiuso per 24 ore.

“Da quando sei entrata nella nostra famiglia – si legge in una delle tante partecipazioni al lutto – hai saputo conquistarci con la tua voglia di vivere ed è stato facile volerti bene. Ti porteremo nel cuore e ti ricorderemo con le preghiere”.

Susanna si era trasferita giovanissima nel Milanese: qui aveva inaugurato la sua lunga carriera, durata più di 30 anni nel settore della grande distribuzione, cominciando dal Brico di Vimodrone alla fine degli anni ’80.

Poi il trasferimento in provincia di Brescia, il lavoro e la famiglia, ha lasciato un segno indelebile nel cuore di tanti che hanno avuto l’onore di conoscerla e che si stringono al dolore dei familiari. (MilanoToday)