Al Politeama di Catanzaro lo spettacolo “Guglielmo – Quando nessuno ci credeva”

Gregorio Calabretta - Caterina Froio - Antonio Ranieri

Gregorio Calabretta – Caterina Froio – Antonio Ranieri

Un gruppo di giovani imprenditori di Confindustria Catanzaro debutterà con lo spettacolo “Guglielmo – Quando nessuno ci credeva” sul palcoscenico del teatro Politeama di Catanzaro giovedì 26 novembre in un doppio appuntamento: alle 10.30 è prevista una matinée dedicata alle scuole superiori di Catanzaro e della provincia e alle 21.00, invece, per un pubblico adulto. Ancora una volta Gregorio Calabretta si è cimentato in autore del testo e in regista. In scena vedremo raccontata la storia di un uomo e della sua famiglia, una pagina di storia di una città, che dagli anni venti al duemila subisce profondi mutamenti sociali. “Svelerà- così riferisce Gregorio Calabretta nella presentazione dell’iniziativa a Soverato- come un giovane garzone di bottega, che all’età di quindici anni veniva mandato a consegnare ricotte, abbia potuto affermarsi, diventando uno degli imprenditori più ammirati della regione e non solo. Guglielmo non era solo un abile imprenditore, ma un uomo ricco di umanità. Ancora oggi molte famiglie catanzaresi lo ricordano per molteplici iniziative a sfondo sociale e benefiche, come i doni all’epifania a numerosi bambini e famiglie della città, donazioni che lui organizzava ogni anno in collaborazione col vescovo della città”. Nel testo si ravvisa un taglio didattico abbinato ad un messaggio di speranza: anche in Calabria si può fare impresa e si sogni si possono realizzare. La rappresentazione teatrale, come è stato puntualizzato dagli imprenditori Antonio Ranieri e Caterina Froio, ha unito due mission, la prima è quella della raccolta fondi in quanto l’ingresso è libero con offerta volontaria , la seconda è quella diffondere la cultura dell’impresa tra le nuove generazioni e non solo. L’idea è nata da un incontro tra Marco Rubbettino, presidente dei giovani imprenditori e lo stesso drammaturgo. “Ci eravamo già conosciuti – così racconta Gregorio Calabretta- in occasione di uno spettacolo che ho realizzato sulla vita di Rosario Rubbettino, fondatore dell’omonima casa editrice. Poi dopo qualche mese mi ha proposto questo lavoro. Con Marco abbiamo vissuto mesi di intenso lavoro, fatto di confronto e stimoli. Lo ringrazio non solo per l’opportunità professionale, ma soprattutto per quegli aspetti umani che abbiamo condiviso, consolidando la nostra reciproca stima”” La drammatizzazione sarà interpretata proprio dai giovani imprenditori della provincia di Catanzaro, che così hanno voluto non solo ricordare e ripercorrere la vita dell’ imprenditore catanzarese, Guglielmo Papaleo, noto per l’omonimo caffè, ma offrire uno spunto di riflessione ai nostri giovani. Sul palco una ventina di interpreti, gli imprenditori ( Antonio Abramo, Camillo, Crivaro, Raffaele Davoli, Caterina Froio, Danilo Massena, Tiziana Muraca, Antonio Ranieri, Marco Rubbettino, patrizia Naselli, Pino Cerullo, Pino Sorgianni, Vitaliano Bianco) affiancati da un gruppo di attori ( Anna Casalenuovo, Antonia Marino, Consuelo Citriniti, Matteo Guadagno, patrizia Naselli, Pino Cerullo, Pino Sorgianni, Vitaliano Bianco) che da anni accompagnano Gregorio Calabretta nei suoi spettacoli prodotti dal TeatroStudioMediterraneo.

Maria Anita Chiefari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.