Al via l’ottava edizione del Premio Nazionale Giovanni Grillo

“La Memoria contro la sopraffazione: la conoscenza genera rispetto”

È stato pubblicato in questi giorni il bando di concorso dell’ottava edizione del Premio Nazionale Giovanni Grillo, ideato e promosso dall’omonima Fondazione, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e con il patrocinio di: Aeronautica Militare, Ministero della Cultura, Istituto Nazionale Ferruccio Parri, Rai per la Sostenibilità ESG e Media Partnership di Rai Cultura e Rai Scuola.

Il Premio è dedicato a Giovanni Grillo, al fine di conservare e di rinnovare la memoria di tutti gli Internati Militari Italiani, vittime delle persecuzioni nazifasciste durante l’ultimo conflitto mondiale

Tutte le guerre, afferma Michelina Grillo, Presidente dell’omonima Fondazione, sono scoppiate a causa della sopraffazione di un popolo o di uno Stato sull’altro, ma, soprattutto, la Seconda guerra mondiale ha mostrato il lato più feroce dell’uomo con genocidi e barbare violenze generate anche dalla mancata conoscenza e dallo scarso rispetto dell’altro. Nessun valore era dato alla vita degli uomini, la sopraffazione era la norma nei rapporti umani, così come dimostrato dalle vicende degli Internati Militari Italiani che, rifiutandosi di appoggiare il nazifascismo, vennero rastrellati, catturati e deportati.

Scopo dell’edizione di quest’anno è far riflettere gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado dell’intero territorio nazionale sul concetto di sopraffazione e violenza non solo in ambito bellico, ma anche nei rapporti interpersonali, per individuare strategie operative al loro superamento, perché, come ci ricorda l’articolo 3 della nostra Costituzione, uno dei compiti della Repubblica è “rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana”