Allaccio abusivo alla rete elettrica, 5 persone arrestate

Un mirato servizio di controllo del territorio finalizzato alla ricerca di armi e droga è stato eseguito da personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, unitamente a equipaggi della Squadra Mobile di Catanzaro, del Reparto Prevenzione Crimine e ad unità Cinofile di Vibo Valentia. L’attività si è concentrata in diverse unità abitative di via Lucrezia della Valle, in particolare in cinque di esse sono state riscontrate, anche grazie alla collaborazione di tecnici dell’Enel, delle irregolarità.

Nello specifico, in questi immobili sono stati riscontrati allacci abusivi realizzati tramite cavi elettrici collegati direttamente alla rete e all’interno diversi gli elettrodomestici (frigoriferi, forni e televisori) tutti perfettamente funzionanti. Pertanto sussistendo i presupposti di flagranza del reato di furto di energia elettrica aggravato per aver collegato abusivamente un cavo di derivazione alla rete sono stati tratti in arresto V. G. 19 anni, B. L., 23 anni A.A. 40 anni, A.L. 43, V.F.G. 19 anni, tutti catanzaresi e di etnia rom.

L’Autorità Giudiziaria competente ha disposto per gli autori del reato la misura cautelare degli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima. Dopo l’accertamento si è provveduto immediatamente alla messa in sicurezza procedendo al distacco dei cavi collegati irregolarmente, determinando l’immediata cessazione dell’erogazione elettrica. Secondo quanto accertato dai tecnici intervenuti il danno economico arrecato dalle singole unità abitative alla società elettrica ammonterebbe ad una cifra che si aggira dalle 5.000 alle 13.000 euro

ALTRI ARTICOLI