Allerta Meteo – “Ciclone Mediterraneo”, situazione esplosiva: si prospetta una nottata terribile

Si prospetta una serata “esplosiva” al Centro/Sud Italia per l’arrivo del Ciclone Mediterraneo che sta già provocando forte maltempo su gran parte del Paese. Proprio in Sicilia sono in atto i temporali più intensi, al punto che la protezione civile ha innalzato a “rosso” il livello di allerta anche per la giornata di domani, Martedì 12 Novembre. Le scuole saranno chiuse in moltissimi comuni, tra cui tutti i capoluoghi jonici: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa, Reggio Calabria, Catanzaro, Crotone, Taranto e Brindisi.

Il maltempo si sta intensificando anche in Sicilia, dove spiccano gli 83mm di pioggia caduti nelle ultime due ore a Linguaglossa, sull’Etna. Ben 48mm nello stesso lasso di tempo a Randazzo. Per la Sicilia orientale si prospetta una serata davvero terribile, con piogge alluvionali che potranno determinare oltre 250mm di pioggia in poche ore, e pesantissime ripercussioni sui territori.

Intanto il ciclone si trova sull’Algeria nord/orientale, e si è approfondito fino a 998hPa. Secondo gli ultimi aggiornamenti dei modelli, nella mattinata di domani la pressione crollerà addirittura a 985hPa nel mar Tirreno, tra Sicilia e Sardegna, dove la Tempesta toccherà la sua massima violenza dando vita a venti da uragano su tutto il Centro/Sud e generando un occhio del ciclone davvero emblematico nelle immagini satellitari, che sembreranno quelle classiche dei grandi cicloni tropicali oceanici.

Il maltempo che colpirà il Sud Italia non avrà nulla di differente rispetto a quelli degli Uragani di 1ª categoria sulla Scala Saffir-Simpson: piogge alluvionali con intensità monsonica, venti impetuosi con raffiche di oltre 150km/h, onde alte 12 metri al punto da provocare mareggiate devastanti in tutte le coste esposte a Sud/Est (massima attenzione su tutta la jonica, nel Golfo di Taranto, in Campania e in modo particoloare nel versante meridionale della penisola Sorrentina, sul Gargano e in tutte le isole minori di Tirreno, Adriatico e Canale di Sicilia).

Il Ciclone Mediterraneo sta anche richiamando aria molto calda sullo Jonio, così mentre a Sassari ci sono appena +13°C e a Palermo abbiamo +14°C, a Taranto, Salerno, Lecce e Barletta la temperatura è di +18°C, a Napoli, Bari, Caserta, Foggia e Brindisi di +17°C. Nella notte le temperature aumenteranno ulteriormente su tutta la fascia Jonica, in Puglia e Calabria, con picchi di oltre +22°C in piena notte nonostante la pioggia soprattutto nel Salento e nella Calabria jonica, in tipico stile di maltempo tropicale.

Invitiamo tutti alla massima prudenza e attenzione perchè la situazione è davvero molto pericolosa. E’ molto importante evitare le zone costiere, perchè a causa delle mareggiate saranno le più esposte a rischi gravi. Meglio anche non sostare in zone a rischio allagamenti, vicino a fiumi, ed eventualmente prepararsi a salire ai piani alti delle abitazioni. (MeteoWeb)