Allerta Meteo Estofex, forte maltempo al Sud con nubifragi e rischio tornado

Saranno ore di forte maltempo al Sud Italia e in Sardegna a causa di un Ciclone Mediterraneo. Per questo, Estofex (European Storm Forecast Experiment) ha lanciato i suoi avvisi. Livello 1 per l’area tirrenica principalmente per nubifragi e in misura minore, tornado e grandine di grandi dimensioni.
Livello 1 anche per il Mediterraneo occidentale principalmente per nubifragi e in misura minore, trombe marine.
Le allerte si intendono formalmente valide fino alle 7 (ora italiana) di domani, venerdì 6 dicembre.

Sul Nord Europa, si è stabilito un flusso zonale dei medi livelli con una forte jet del Nord Atlantico che si estende sulla Scandinavia centrale e meridionale. Diversi massimi di vorticità attraverseranno quest’area.

La dorsale dalle Azzorre al Mar Nero continua, mentre una depressione in cut-off si diffonde verso sud-ovest sul Marocco e sull’Atlantico orientale. Questa bassa pressione inizialmente influenzerà la maggior parte del Mediterraneo ma perderà la sua influenza successivamente.

Davanti a questa depressione, una jet dei bassi livelli in indebolimento porterà lapse rates più forti verso nord sul Mediterraneo centrale. Una lingua di abbondante umidità dei bassi livelli si estende dal Mediterraneo meridionale verso i settori centrali e occidentali.

Forti lapse rate dal Sahara sono presenti sopra un umido strato limite sul Mediterraneo con un rapporto di mescolanza ai bassi livelli di circa 10g/Kg. Tuttavia, lo strato limite piuttosto freddo non permetterà un sufficiente CAPE e l’energia di inibizione convettiva (CIN) sarà alta. Più ad ovest, masse d’aria più fredde determineranno un CAPE fino a 1000J/Kg con una debole CIN. Con venti orientali nello strato limite e occidentali a 3km, gli ultimi modelli prevedono un bulk shear di oltre 10m/s a 0-3km, che aumenta a 20-30m/s nello strato di 0-6km. Ci saranno prevalentemente multicelle che si muovono verso est con una propagazione meridionale. Il focus principale per i nubifragi è una zona di convergenza a sud-est dell’Italia, con le tempeste che si muoveranno quasi parallelamente ad essa. La maggior parte delle precipitazioni cadrà in mare, tuttavia alcuni nubifragi sono previsti anche sulle coste. Inoltre, tornado e grandine di grandi dimensioni non sono esclusi se si svilupperanno mesocicloni nell’ambiente ad alto shear con Storm Relative Helicity di oltre 100J/Kg a 0-3km. (MeteoWeb.eu)